Centro Italia

  • Home
  • News
  • Centro Italia

STRADA DEL VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO INFORMA

Calici di Stelle: a Montepulciano è tempo di degustazioni

  

 Il 10 agosto torna l’iniziativa promossa dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana. 
Diverse le possibilità per scoprire le etichette del territorio da accompagnare a momenti di intrattenimento e assaggi culinari.

Calici di stelle a Montepulciano è la notte di mezza estate più attesa dai wine lovers di tutta Italia. In uno dei borghi più belli d’Italia, nella Toscana più autentica, torna il 10 agosto l’iniziativa che promossa dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese, è la giusta occasione per lasciarsi conquistare dal Rosso di Montepulciano DOC e il Vino Nobile di Montepulciano DOCG. 


 La 21ma edizione farà ancora una volta sognare il pubblico nell'elegante cornice di Montepulciano, dove l’abbraccio tra bellezza e gusto si fa magia, con una nuova formula che combina le degustazioni itineranti a quelle guidate in esclusive location del borgo rinascimental a cominciare da Piazza Grande, Sant'Agostino, Terrazza di Vicolo del Leone, Canonica di San Biagio e Via di Piè al Sasso.

SAN CASCIANO DEI BAGNI (SIENA) INFORMA

San Casciano dei Bagni nel docufilm “SCDB - una piccola storia d’Italia”

in onda su Sky il 6 e 16 aprile 2022

Scritta e diretta da Francesco De Augustinis, l’opera è prodotta dalla Cooperativa di Comunità Filo&Fibra

(San Casciano dei Bagni, Siena) - Il documentario “SCDB - una piccola storia d’Italia”, prodotto dalla Cooperativa di Comunità Filo&Fibra di San Casciano dei Bagni, va in onda sul canale Explorer TV (176 di Sky) mercoledì 6 aprile 2022, alle ore 12:15, 20:15, 4:15 e sabato 16 aprile 2022 alle ore 8:00, 16:00, 0:00, oltre che in streaming gratuito sul sito www.explorertv.it.

Scritto e diretto da Francesco De Augustinis, con le musiche originali di Luca Serrao e Federico Erba, il docufilm ha come protagonisti gli stessi abitanti di San Casciano dei Bagni. In 52 minuti raccoglie i ricordi, le sensazioni, le aspettative, lo stile di vita, il senso della comunità: è una piccola storia d’Italia esposta da chi l’ha vissuta e la sta vivendo in un piccolo borgo delle colline senesi. Essa fa riflettere su quanto sia cambiato il modo di vivere, di rapportarsi gli uni con gli altri nell’arco di un secolo; su quanto sia mutato il senso di appartenenza a un territorio, a un centro abitato, a una comunità; su quanto sia rimasto della capacità di difendere la bellezza dei borghi e dei territori. Il docufilm SCDB prova a rispondere a queste e ad altre domande attraverso il racconto corale offerto dagli abitanti, che percorrono un viaggio nei ricordi, a partire dalle condizioni rurali agli inizi del Novecento, con le paure e le ristrettezze della guerra, alla vita di comunità di metà secolo, fino ad arrivare alle ultime generazioni, che hanno deciso di investire le proprie energie nei propri luoghi e nella propria comunità.

«SCDB è il racconto della comunità che abita San Casciano dei Bagni, uno dei borghi più suggestivi d’Italia, immerso nella bellezza senza tempo delle campagne toscane - spiega il regista Francesco De Augustinis -. Ma in qualche modo il film racconta una piccola storia che appartiene a tutti i borghi d’Italia, alle generazioni di ieri, di oggi e di domani, e alla sfida che ci accomuna tutti di preservare la nostra identità di fronte a un mondo in continua e rapida trasformazione. Un piccolo racconto per ricordare e riflettere su “chi siamo” e “da dove veniamo”, ma anche un tributo a chi ha ancora voglia di dedicarsi alla propria comunità e ai propri territori, con l’energia e la voglia di scrivere ancora la propria storia».

È con grande orgoglio che apprendiamo la decisione di SKY di mandare in onda il documentario della nostra Cooperativa di Comunità che lavora ogni giorno per creare nuove opportunità partendo dalle tradizioni e dalla conoscenza di noi stessi e della nostra storia” - afferma la Sindaca Agnese Carletti.

La produzione di SCDB fa parte del progetto partecipativo dal titolo “Il racconto di un territorio tra passato e futuro” ideato dalla Cooperativa di Comunità Filo&Fibra, in partenariato con il Comune di San Casciano dei Bagni e realizzato grazie al sostegno della Regione Toscana e dell’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione. Il progetto, attraverso una serie di azioni intraprese nel 2021 tra cui, oltre al film, ad esempio mostre fotografiche, tavole rotonde, raccolte di racconti e visite, vuole stabilire un ponte tra passato e futuro che unisca le varie generazioni locali, con l’obiettivo di preservare la memoria del luogo e dei suoi abitanti.

«SCDB è un omaggio alla bellezza, alla forza e alla fragilità di una comunità, soprattutto durante il difficile periodo del COVID. Siamo entusiaste di regalare a questo progetto un respiro nazionale”, affermano Gloria Lucchesi e Camilla Recchiuti, rispettivamente Presidente e collaboratrice della Cooperativa di Comunità Filo&Fibra di San Casciano dei Bagni.

 

SAN CASCIANO DEI BAGNI INFORMA

 

SAN CASCIANO DEI BAGNI (SIENA) – Andrà in scena sabato 16 febbraio (ore 21) sul palco del teatro dei Georgofili accalorati "D'io in fondo mi credo", lo spettacolo di Emilio ed Elisa Celata e Sandro Nardi con Emilio Celata per la regia di Sandro Nardi. Si tratta di una produzione del teatro Boni che promette "un mare di parole in burrasca, un'alta marea di pensieri per un naufragio della mente umana". Dopo aver debuttato ad Acquapendente, facendo il tutto esaurito e riscuotendo un grande consenso, viene subito riproposto, fuori programma, all’interno della stagione teatrale di San Casciano dei Bagni.

Il tema è: l’astratta spiritualità, se incanalata e costretta in consuetudini materiali, perde completamente di significato. La salvezza può racchiudersi in una vita parallela dove l’assurdo è possibile e l’incredibile diventa strumento per rispondere a tante domande…non tutte ovviamente. Cosa ci sarà dopo la vita? Semplice, basta ordinare le idee e seguire passo passo le indicazioni. Primo: secondo un parere terzo bisogna scrutare la quarta età da dietro le quinte, attivare il sesto senso per capire l’apertura del settimo cielo, osservare chi vive l’ottava ora in attesa della fatidica ora nona dove il vedere andrà ben oltre i dieci decimi. Contorto come un labirinto ad una sola via e quindi più semplice di quanto si possa immaginare.

Lo spettacolo prevede una promozione per gli studenti delle medie (ingresso a 2 euro) e un prezzo ridotto per i genitori che li accompagnano. Popolari, comunque i prezzi: biglietto intero 12 euro, ridotto 10. Ci sono anche i pacchetti famiglia: due adulti e due bambini, solo 35 euro, un adulto e due bambini, 25 euro. Informazioni e prenotazioni: 0763 733 174, oppure 334 161 55 04.

Di seguito, i prossimi appuntamento. Il 9 marzo, “Marta Russo. Il mistero della Sapienza”, da libro del giornalista Mauro Valentini, che salirà sul palco con Cecilia De Vecchis. Si parla, ovviamente, delle vicende giudiziarie e umane legate all’omicidio della studentessa avvenuto il 9 maggio 1997. Il 30 marzo, “S’amavano”, scritto e diretto da Enrico Maria Falconi, che lo interpreta con Ramona Gargano. Inevitabilmente, una storia d’amore dissacrante, un sogno che non si recita perché si vive. Il 13 aprile, “Un cottage tutto per sé”, di e con Natalia Magni, regia di Sonia Barbadoro. È una commedia leggera che vede protagonista Orsetta, una domma quasi quarantenne, alla ricerca di una stabilità.