Giovedì, Agosto 17, 2017
   
Text Size
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Pianeta Oggi TV - Online All News

LA FIALETTA "MALEDETTA" DI COLLIN POWELL

Povera America bugiarda
di Giorgio Bongiovanni 
Quando l’Iraq ammise finalmente di avere queste armi [biologiche] nel 1995, le quantità erano grandi. Meno di un cucchiaino di antrace in polvere, un po’ meno di questa quantità [disse mostrando la fiala] – questo è più o meno un cucchiaino – meno di un cucchiaino di antrace in polvere in una busta fece chiudere il Senato degli Stati Uniti nell’autunno del 2001.
Molte centinaia di persone furono costrette a ricevere cure mediche di emergenza e due impiegati degli uffici postali furono uccisi solo a causa di questa quantità, più o meno, chiusa dentro una busta”. Con queste drammatiche parole, il 5 febbraio 2003, Collin Powell, allora segretario di Stato degli Stati Uniti d’America, intervenne al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite parlando di un “grosso faldone dei servizi segreti sulle armi biologiche dell’Iraq” e di laboratori mobili per la produzione di quelle armi, di testimonianze. Powell disse anche che l’Iraq avrebbe potuto produrre circa 25 mila litri di antrace, secondo quanto dicevano gli ispettori delle Nazioni Unite. 
Un discorso divenuto famoso per la presenza di quella filetta contenente polvere bianca, agitata come la prova Regina per giustificare l’invasione in Iraq. Un conflitto che ha “prodotto” 500.000 morti civili ed un milione di dispersi. Una prova che poi si scoprì essere falsa. Quelle informazioni diffuse davanti ai membri del Consiglio di sicurezza erano false e in Iraq non esistevano laboratori mobili né enormi arsenali di armi di distruzione di massa.

Leggi tutto: LA FIALETTA "MALEDETTA" DI COLLIN POWELL

 

PIANETA OGGI REPORTER - SPECIALE

ANOMALIE CLIMATICHE SEMPRE PIU' DIFFUSE:

LA VIOLENTISSIMA ONDATA DI MALTEMPO IN ALTO ADRIATICO, LA SITUAZIONE A JESOLO CAVALLINO TREPORTI (VE).

INTERVISTA AL DIRETTORE DEL CAMPING MEDITERRANEO FRANCESCO ENZO.

TRASMISSIONE IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCUITO INTERREGIONALE RST SAIUZ E DTT TERRESTRE.

SI RINGRAZIA PER LA GENTILE ACCOGLIENZA IL DIRETTORE FRANCESCO ENZO.

REPORTAGE DI MASSIMO BONELLA DIRETTORE DI PIANETA OGGI TV ONLINE ALLNEWS

 

 

DA RADIO AUT MARCHE INTERVISTA AD AARON PETTINARI AUTORE DEL LIBRO "QUEL TERRIBILE '92"

IN COLLABORAZIONE CON RST SAIUZ DI TREVISO.

CONDUCONO IN STUDIO MAURO CARUSO CON LUDOVICA DI CHIARA

 

 

FORTE MALTEMPO NEL NORDEST D'ITALIA

NEWS - FLASH:  STA RIENTRANDO RAPIDAMENTE ALLA NORMALITA' LA SITUAZIONE IN ZONA JESOLO CAVALLINO TREPORTI, ANCHE IL CAMPING MEDITERRANEO STA USCENDO DALLA FASE DI EMERGENZA.

PROSSIMAMENTE IL SETTIMANALE PIANETA OGGI REPORTER SARA' DEDICATO A QUESTA SITUAZIONE CON UNA INTERVISTA AL DIRETTORE DEL CAMPING MEDITERRANEO FRANCESCO ENZO.

 

ONG E IMMIGRATI: LOGICA, DISCERNIMENTO E AMORE

 

di Giorgio Bongiovanni
Il fiume di polemiche che si sta sollevando sul tema dell'immigrazione, con la richiesta fatta dal Viminale alle Ong di firmare un codice di condotta per il salvataggio dei migranti, accanto agli elementi di fatto che emergono dalle inchieste condotte dalle Procure di Trapani e Catania che indagano sul reato di favoreggiamento dell’immigrazione, devono far riflettere su quanto sta avvenendo e sui rischi che si stanno presentando. Chiariamo subito un aspetto. Così come ha scritto sulle nostre pagine il giornalista e scrittore Saverio Lodato, “nessuno vuole ostacolare, meno che mai impedire, la solidarietà in mare... E nessuno, in nome di una logica burocraticamente pelosa, può stilare classifiche della disperazione all'insegna del 'questo si', 'questo no', perché poi a furia di distinguere sulle cause che stanno a monte dell'emergenza, il naufrago corre il rischio di annegare”. Giustamente Lodato scrive che “solo persone in mala fede possono insinuare il dubbio che la maggior parte delle ONG che prestano soccorso in mare lo facciano per un tornaconto di natura economica”. E che è giusto chiedersi “quale sarebbe stato il bilancio dei vivi e dei morti in questi anni se, accanto alle navi della nostra Marina, non ci fossero state anche quelle delle ONG”.

Leggi tutto: ONG E IMMIGRATI: LOGICA, DISCERNIMENTO E AMORE

 

QUESTA UNA LETTERA CHE UN MAESTRO EXTRATTERRESTRE INVIEREBBE DOPO AVER VISITATO IL NOSTRO PIANETA

 

LA PESTE UMANA IN UN MONDO D’AMORE


AL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA DONALD TRUMP
p.c. A TUTTI I CAPI DI STATO DEL MONDO PALESI E OCCULTI, LEGALI E ILLEGALI.

SIGNOR TRUMP, LE SUE RECENTI AFFERMAZIONI CONFERMANO IL SUO STATO MENTALE MOLTO ALTERATO ED IN PREDA AL VIRUS DELL'HARBAR.
NON MENO DI LEI ALTRI PRESIDENTI DI ALTRE NAZIONI, SUOI COLLEGHI, COME IL PRESUNTO UOMO COREANO SIGNOR KIM JONG – UN, SONO IN PREDA A FORME AGGRESSIVE E PERICOLOSISSIME DELL' HARBAR (Peste dei Neuroni del cervello).
LEI, SIGNOR TRUMP, DEVE SAPERE CHE LE SUPER POTENZE NUCLEARI DEL PIANETA TERRA SONO UN’OFFESA ALL'INTELLIGENZA DI TUTTI GLI ABITANTI DELLA CONFEDERAZIONE UNIVERSALE ALLA QUALE NOI, “ALIENI”, COSÌ COME VOI CI DEFINITE, APPARTENIAMO.
SIGNOR TRUMP, LEI RIVENDICA LA SUA NAZIONE COME LA PIÙ GRANDE POTENZA MILITARE DEL MONDO. SI SBAGLIA, SIGNOR TRUMP. LA POTENZA MILITARE PIÙ GRANDE AL MONDO SONO GLI ZIGOS (L'ACQUA, L'ARIA, LA TERRA E IL FUOCO) I QUALI SONO PRONTI A CAMBIARE IL VOLTO DEL GEOIDE DEL VOSTRO PIANETA, ANNIENTANDO GLI ESSERI UMANI (NON TUTTI PER FORTUNA) E RIGENERANDO UN PIANETA CHE VOI, SIGNOR TRUMP E I SUOI NEFASTI COLLEGHI POTENTI CRIMINALI AVETE TRASFORMATO IN UN PIANETA AGONIZZANTE.

Leggi tutto: QUESTA UNA LETTERA CHE UN MAESTRO EXTRATTERRESTRE INVIEREBBE DOPO AVER VISITATO IL NOSTRO PIANETA

 

UN PIANETA SEMPRE PIU' MINACCIATO DA RUMORI DI GUERRE, UCCISIONI DI BAMBINI, INQUINAMENTI, MAFIE, LO STERMINIO DEGLI ANIMALI ETC . . .

"ECCO COSA POTREBBE DIRE UN EXTRATTERRESTRE IN VISITA NEL NOSTRO PIANETA"

TALE INUMANO, APOCALITTICO E TERRIFICANTE ATTO BARBARICO E FOLLE POTREBBE, OGGI, ANCORA UNA VOLTA, RIPETERSI CON LA TOTALE SCOMPARSA DELLA VITA SUL PIANETA CHE VI OSPITA.
LA MENTE DELL’UOMO, A PARTE LE ECCEZIONI, È TOTALMENTE INQUINATA.
IN PARTICOLARE LA FOLLIA CINICA E PERVERSA DEI POTENTI DELLA TERRA È AI MASSIMI LIVELLI NEGATIVI, PSICHICI E CEREBRALI.
GLI UOMINI CHE GOVERNANO L’ATTUALE IMPERO SONO CAPACI DI TUTTO PUR DI MANTENERE SALDO IL PROPRIO POTERE E IL DOMINIO SUI POPOLI E SUI TERRITORI DI TUTTE LE NAZIONI DELLA TERRA.
I LORO ISTINTI SONO CARICHI DI CIECA VIOLENZA E DI DINAMISMI ANIMALESCHI, SEMPRE PIÙ IRRITATI DALL’EGOISTICO POSSESSO E DAL DOMINIO DEL FORTE SUL DEBOLE.
LE ARMI ATOMICHE, QUESTI INFERNALI ORDIGNI DI MORTE E DI DISTRUZIONE, DA ALLORA (1945) AD OGGI (2005) SI SONO MOLTIPLICATE A MIGLIAIA.

Leggi tutto: UN PIANETA SEMPRE PIU' MINACCIATO DA RUMORI DI GUERRE, UCCISIONI DI BAMBINI, INQUINAMENTI, MAFIE, LO STERMINIO DEGLI ANIMALI ETC . . .

 

IN PRIMO PIANO: IL SISTEMA CRIMINALE INTEGRATO

 IN COLLABORAZIONE CON LA TESTATA ANTIMAFIA DUEMILA DI PALERMO

www.antimafiaduemila.com

 

di Giorgio Bongiovanni
Che non esistono più mafie singole, ma una sola con una volontà unitaria, è finalmente un dato di fatto. A darne prova la procura di Reggio Calabria con l’inchiesta coordinata dal procuratore Federico Cafiero de Raho e dall’aggiunto Giuseppe Lombardo, che hanno spiccato l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del boss Giuseppe Graviano (Cosa nostra) e Rocco Santo Filippone (‘Ndrangheta). Dopo l’indagine palermitana sui Sistemi Criminali (poi archiviata) e il processo “Gotha” che, sul versante calabrese, riunisce le più importanti inchieste dell’anno scorso, da “Mammasantissima” a “Reghion”, si può dire che, con “‘Ndrangheta stragista”, l’esistenza del sistema criminale integrato è stata acclarata. E che questo sistema è in funzione dei centri di potere facenti capo a uomini delle istituzioni, servizi segreti deviati, apparati dell’alta finanza e massonerie deviate. Ma il percorso processuale per arrivare fin qui non è stato facile.
Torniamo alla metà degli anni ‘90, quando la mafia (Cosa nostra, ‘Ndrangheta, Camorra, Sacra Corona Unita) stava per essere sconfitta all’indomani

Leggi tutto: IN PRIMO PIANO: IL SISTEMA CRIMINALE INTEGRATO

 

FUORI LE CORRENTI POLITICHE E MASSONICHE DAL CSM

di Giorgio Bongiovanni
La desecretazione dei numerosi verbali di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, tra questi le audizioni davanti al Csm all’indomani della torrida “estate dei veleni” del 1988 - quando Borsellino pubblicamente denunciò lo “smantellamento” del pool antimafia - volute dal vicepresidente Legnini, sono in realtà azioni degne degli ignavi di Dante Alighieri. Da un lato, infatti, il Legnini cura la pseudo-immagine del Consiglio superiore della magistratura che, per i suoi magistrati, funge da sinedrio inquisitore; dall’altro cerca di guadagnare consensi all’interno di una magistratura ormai sfibrata e a pezzi, che corre il rischio di un grave fallimento. E malgrado ciò è riabilitata dall’eroico lavoro di quei magistrati impegnati in prima linea nel contrasto a tutte le mafie ed alla corruzione dilagante. Non possiamo, a questo proposito, non citare le Procure più a rischio - tra queste Palermo, Reggio Calabria, Napoli - ma anche molte altre - Caltanissetta, Roma, Milano, Torino - che con esse lavorano in sinergia nella lotta al terrorismo ed alla criminalità, comune ed organizzata.
C’è però un paradosso: ovvero che proprio quei magistrati che risollevano l’azione della magistratura in Italia, il cui lavoro investigativo di pregio è tuttora riconosciuto, sono proprio coloro che il Csm non valorizza nè promuove, perseguita e, nella maggior parte dei casi, mette sotto azione disciplinare. Proprio come accadde a Falcone e Borsellino,

Leggi tutto: FUORI LE CORRENTI POLITICHE E MASSONICHE DAL CSM

 

E.N.P.A. ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI INFO

 

INCENDI DOLOSI. ENPA: TOLLERANZA ZERO VERSO I TERRORISTI DELLA NATURA

Incendi. Paese in balia dell’illegalità, Enpa: passato il segno. Pronti a costituirci parte civile nei procedimenti giudiziari. Ora tolleranza zero

L’Ente Nazionale Protezione Animali si costituirà parte civile contro i criminali che verranno ritenuti responsabili di aver appiccato gli incendi nonché contro i soggetti istituzionalmente tenuti a salvaguardare il territorio e che non l’abbiano fatto; vale a dire contro gli amministratori ad ogni livello. Interverremo dunque contro problemi di criminalità e contro problemi di prevenzione mancata. Contro, dunque, situazioni di gravissima illegalità che hanno inferto un colpo durissimo al nostro patrimonio ambientale e di biodiversità, per ricostruire il quale – se possibile - ci vorranno decine di anni. E che hanno causato una vera ecatombe di animali, con centinaia di migliaia di selvatici, soffocati dal fumo o arsi vivi dalle fiamme. Tra le vittime anche moltissimi cuccioli, impossibilitati alla fuga. Con la loro morte in alcune zone abbiamo perso una intera generazione animale.

Leggi tutto: E.N.P.A. ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI INFO

 

RICORDANDO LA STRAGE ALLA STAZIONE DI BOLOGNA FS

REPERTORIO 2004, IN COLLABORAZIONE CON TELEIDEA CHIANCIANO

MA CHI STA DIETRO A QUESTE STRAGI, QUALI LE REGIE OCCULTE?!

 

COMMEMORAZIONE STRAGE DI BOLOGNA

In collaborazione con Modena Noi

 

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Tot. visite contenuti : 4353591
 39 visitatori online

Video in evidenza

Pianeta Oggi News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Megachip Feed

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.