Lunedì, Settembre 27, 2021
   
Text Size

Pianeta Oggi News

POTV NOTIZIE

A cura di sabrina Ciccotti

Il 5/6/2021 a Solhan, nel nord del Burkina Faso sono state uccise oltre 100 persone. Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio.Fonti di sicurezza parlano dell’attacco  più sanguinoso dall'inizio delle violenze jihadiste nel Paese nel 2015.Inizialmente è stato presa di mira la postazione degli ausiliari dell'esercito, poi le case degli abitanti che sono stati uccisi.
Fonti locali riferiscono che la sera del 5 giugno altre 14 persone sono state uccise nel villaggio di Tadaryat ( nord BurKina Faso). Il presidente Roch Kaboré ha decretato 72 ore di lutto nazionale fino a lunedì.

 

R.D.E. PRESA DIRETTA AM 1584 KHZ

EDIZIONE NAZIONALE

REDAZIONE E CONDUZIONE GRAZIANO D'ANDREA

www.radiodiffusioneeuropea.net

 

PRESA DIRETTA - RADIO DIFFUSIONE EUROPEA AM 1584 KHZ / TV

 

G.R. NAZIONALE

REDAZIONE  E CONDUZIONE

GRAZIANO D'ANDREA

www.radiodiffusioneeuropea.net

 

 

PIANETA OGGI - EDIZIONE STRAORDINARIA

BAMBINA SI SUICIDA A 11 ANNI


IN COLLABORAZIONE CON RADIO DIFFUSIONE EUROPEA TV - AM 1584 KHZ E RST SAIUZ TV WEB DIGITALE

www.saiuzmedia.it

www.radiodiffusioneeuropea.net

SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE PRIMO CANALE DI GENOVA

www.primocanale.it

   

PRESA DIRETTA - RADIO DIFFUSIONE EUROPEA AM 1584 KHZ / TV

 

EDIZIONE NAZIONALE

REDAZIONE  E CONDUZIONE

GRAZIANO D'ANDREA

www.radiodiffusioneeuropea.net

 

 

   

R.D.E. PRESA DIRETTA

 

EDIZIONE NAZIONALE

REDAZIONE  E CONDUZIONE

GRAZIANO D'ANDREA

www.radiodiffusioneeuropea.net

 

 

   

PRESA DIRETTA - RADIO DIFFUSIONE EUROPEA AM 1584 KHZ / TV

EDIZIONE NAZIONALE

REDAZIONE  E CONDUZIONE

GRAZIANO D'ANDREA

www.radiodiffusioneeuropea.net

   

POTV NOTIZIE

A CURA DI

SABRINA CICCOTTI

Esteri: 19.05.2021 - Russia  La città di Astrakhan è stata investita da una tempesta di sabbia. Le numerose immagini pubblicate sui social media danno l’idea di un vero evento apocalittico senza precedenti .

   

POTV NOTIZIE

 

Esteri : 14/05/2021 - Cisgiordania - A cura di Sabrina Ciccotti

Beit El, Cisgiordania occupata - Le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso 10 palestinesi . 

Numerose proteste sono esplose tra la crescente rabbia per l'intensificarsi dei bombardamenti aerei di Israele a Gaza e la minaccia di espulsione forzata dei palestinesi dalle loro case a Gerusalemme est.

Il ministero della salute palestinese ha detto che venerdì nove palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane durante le proteste nella Cisgiordania  e un sesto è stato ucciso durante un tentativo di pugnalare un soldato israeliano vicino a un insediamento israeliano illegale a Yabad vicino a Jenin.

Dopo la preghiera del venerdì, migliaia di palestinesi hanno protestato in più di 200 località in Cisgiordania. Più di 500 palestinesi sono rimasti feriti in tutto il territorio, con manifestanti colpiti da proiettili israeliani, gas lacrimogeni e fuoco vivo, ha detto la Palestine Red Crescent Society.

Venerdì anche centinaia di palestinesi in Giordania hanno cercato di fare una messa al confine della Giordania con Israele, ma sono stati fermati dalle forze di sicurezza giordane, mentre i palestinesi nel Libano meridionale hanno cercato di violare il confine con Israele.

Le proteste arrivano in mezzo a un'escalation di giorni di combattimenti tra Israele e Hamas, che governa la Striscia di Gaza. Venerdì Israele ha eseguito diversi attacchi aerei e fuoco di carri armati sulla Striscia di Gaza, mentre i gruppi armati palestinesi hanno continuato a lanciare razzi su Israele dall'enclave costiera assediata.

Al checkpoint di Beit El ad al-Bireh, vicino a Ramallah nella Cisgiordania occupata, centinaia di palestinesi delle fazioni politiche rivali di Hamas, Fatah e del Fronte popolare di sinistra per la liberazione della Palestina (FPLP) hanno marciato insieme, insieme a quelli con nessuna affiliazione politica - canti a sostegno di Gaza e dei residenti palestinesi di Gerusalemme est.

 

   

POTV NOTIZIE

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

A cura di Sabrina Ciccotti, nostra collaboratrice.

 Gerusalemme 10/5/2021 - venti morti e centinaia di feriti . 

Le forze  israeliane hanno preso d'assalto il complesso della moschea di Al-Aqsa, sparando proiettili rivestiti di gomma, gas lacrimogeni e bombe sonore contro i fedeli palestinesi, ferendone centinaia.

L'ultima violenza arriva mentre Gerusalemme Est occupata si prepara per una marcia nazionalista ebraica pianificata attraverso la città . L'annuale marcia della bandiera della Giornata di Gerusalemme segna il giorno in cui Gerusalemme Est fu occupata nel 1967 e successivamente annessa da Israele, con una mossa non riconosciuta dalla maggioranza della comunità internazionale.

Venti palestinesi tra cui tre bambini sono rimasti uccisi . E’ stato riferito ai giornalisti che ci sono centinaia di persone ferite negli scontri,  ma ai medici ed al personale sanitario è stato impedito di accedere alla scena delle violenze.

Diversi video hanno mostrato lacrimogeni sparati all'interno della moschea di Al Qibly e granate assordanti sono state sparate sui palestinesi in preghiera all'interno della stessa moschea di Al Aqsa.

Leggi tutto: POTV NOTIZIE

   

IMPORTANTE COMUNICAZIONE PIANETA OGGI TV

 INVITIAMO TUTTI I NOSTRI TELESPETTATORI DI NON TENERE CONTO DI NESSUNA E-MAIL CHE VI ARRIVA A NOME NOSTRO CON RICHIESTA DI DENARO, TRATTASI DI UNA E-MAIL FALSA CON FURTO DI IDENTITA'.

IN CORSO SERI PROVVEDIMENTI, STIAMO VALUTANDO QUALSIASI SOSPETTO.

MASSIMO BONELLA

DIRETTORE DI PIANETA OGGI TV ALLNEWS

 

   

PIANETA OGGI - EDIZIONE STRAORDINARIA

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

SI PROSPETTA UNA GRAVISSIMA CRISI ECONOMICA - OCCUPAZIONALE NEL NOSTRO PAESE

REDAZIONE E CONDUZIONE

MASSIMO BONELLA DIRETTORE DI POTV

IN COLLABORAZIONE CON RDE TV-AM E RST SAIUZ TV

www.radiodiffusioneeuropea.net

www.saiuzmedia.it

   

POTV NOTIZIE

A CURA DI SABRINA CICCOTTI

 19.04.21- allarme a Kiev e tra gli alleati dell'Ucraina per il dispiegamento da parte della Russia di 150.000 soldati lungo il confine occidentale con l'Ucraina e nell'annessa Crimea nelle ultime settimane.

La formazione militare ha suscitato il timore di un imminente conflitto ricordando la guerra  che a partire dal 2014 ha coinvolto le regioni dell'Ucraina orientale di Donetsk e Luhansk, dove le forze governative hanno combattuto i separatisti sostenuti dalla Russia.
Josef Borrell, il capo della politica estera dell'UE, ha detto che il dispiegamento delle truppe è stato senza precedenti ed ha
avvertito del pericolo che  una scintilla possa innescare in qualsiasi momento uno scontro nella regione, dove più di 14.000 persone sono morte a causa dei combattimenti  iniziati nel 2014.
Il Cremlino ha ripetutamente negato di aver giocato un ruolo nel conflitto nella regione del Donbas, di cui Donetsk e Luhansk fanno parte e ha giustificato l’attuale movimento di truppe militari nella regione come azione difensiva.
Vista la situazione allarmante la NATO e molti degli stati membri dell'alleanza - inclusi Stati Uniti, Germania e Francia - hanno chiesto al presidente russo Vladimir Putin di ordinare un ritiro delle truppe ammassate al confine.
L'Ucraina è attualmente un alleato della NATO, ma non un membro.

Le tensioni tra Kiev e Mosca rischiano dunque un peggioramento tenendo conto del fatto che le relazioni tra Russia e Occidente  erano già state minate a seguito della detenzione in carcere  del critico del Cremlino Alexey Navalny all'inizio di quest'anno.

 

   

COMUNICAZIONE PIANETA OGGI TV ALLNEWS

 

INVITIAMO TUTTI I NOSTRI TELESPETTATORI DI NON TENERE CONTO DI NESSUNA E-MAIL CHE VI ARRIVA A NOME NOSTRO CON RICHIESTA DI DENARO, TRATTASI DI UNA E-MAIL FALSA CON FURTO DI IDENTITA'.

IN CORSO SERI PROVVEDIMENTI

MASSIMO BONELLA

DIRETTORE DI PIANETA OGGI TV ALLNEWS

 

   

CHECKPOINT - RDE TV/AM 1584 KHZ

A CURA DI

BIAGIO MANNINO

www.radiodiffusioneeuropea.net

   

POTV NOTIZIE

IRAN,

 

Un’esplosione e’ avvenuta all’impianto di Natanz, centrale nucleare iraniana con il sospetto di un’operazione di sabotaggio da parte di Israele. Teheran non ha negato e neppure confermato. L’interruzione di corrente causata da un sospetto cyber-attacco ha provocato  danni  e un ferito .  L’Unione europea ha avviato un’inchiesta per chiarire le cause dell’incidente. Varie fonti di informazione parlano di una situazione che potrebbe far saltare gli accordi diplomatici del 2015 con gli Stati Uniti d’ America.
La nuova amministrazione Usa si è detta disponibile a rientrare nell'accordo ma chiede ad Israele impegno a rispettarne i termini, mentre l’Iran  chiede la revoca di tutte le sanzioni Usa.
 
IN REDAZIONE SABRINA CICCOTTI
 

 

   

POTV NOTIZIE

 

Ad Atene Venerdì 09.04.2021 alle ore 14 un giornalista è stato vittima di un agguato ed è stato assassinato. 
Giorgos Karaivaz, giornalista di cronaca nera,  stava tornando a casa dal lavoro quando è stato ucciso da due persone in sella ad una moto. È stata usata un’arma con silenziatore e dalle prime indagini risulta che siano stati raccolti diciassette bossoli nel luogo della tragedia, precisamente nel quartiere Alimos di Atene. 
Le autorità stanno indagando sull’omicidio ma si sono già espresse giudicando il delitto come premeditato e pianificato nei minimi dettagli. 

Il sindacato dei giornalisti ha comunicato il profondo dolore in merito alla vicenda ma ha anche inviato un messaggio molto chiaro alla popolazione, impegnandosi a garantire la libertà di stampa e a difendere il lavoro dei giornalisti, schierandosi contro qualsiasi pressione e minaccia, anche contro pratiche mafiose e piani criminali.

 

In Redazione Sabrina Ciccotti

 

   

PIANETA OGGI REPORTER

UFOLOGIA, ESTRAPOLAZIONE SERVIZIO TG SOLE 24 - CASA DEL SOLE TV ALLNEWS

INTERVISTA A MARCELLO FRACANZANI "OSSERVATORIO DELLA CRIMINALITA' NEL SETTORE AGROALIMENTARE"

INTERVISTA A MAURO CORONA SCRITTORE

REDAZIONE E CONDUZIONE

MASSIMO BONELLA

IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCUITO RTV TERRESTRE INTERREGIONALE AM/FM STEREO/WEB

   

Pagina 2 di 100

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.