POTV NOTIZIE

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

A cura di Sabrina Ciccotti, nostra collaboratrice.

 Gerusalemme 10/5/2021 - venti morti e centinaia di feriti . 

Le forze  israeliane hanno preso d'assalto il complesso della moschea di Al-Aqsa, sparando proiettili rivestiti di gomma, gas lacrimogeni e bombe sonore contro i fedeli palestinesi, ferendone centinaia.

L'ultima violenza arriva mentre Gerusalemme Est occupata si prepara per una marcia nazionalista ebraica pianificata attraverso la città . L'annuale marcia della bandiera della Giornata di Gerusalemme segna il giorno in cui Gerusalemme Est fu occupata nel 1967 e successivamente annessa da Israele, con una mossa non riconosciuta dalla maggioranza della comunità internazionale.

Venti palestinesi tra cui tre bambini sono rimasti uccisi . E’ stato riferito ai giornalisti che ci sono centinaia di persone ferite negli scontri,  ma ai medici ed al personale sanitario è stato impedito di accedere alla scena delle violenze.

Diversi video hanno mostrato lacrimogeni sparati all'interno della moschea di Al Qibly e granate assordanti sono state sparate sui palestinesi in preghiera all'interno della stessa moschea di Al Aqsa.

 

La polizia israeliana ha impedito ai Palestinesi di accedere al complesso della moschea di Al Aqsa durante la Giornata di Gerusalemme.

La decisione è arrivata poche ore prima di una marcia pianificata dai nazionalisti israeliani della linea dura attraverso il quartiere musulmano della Città Vecchia di Gerusalemme, un evento annuale ampiamente percepito come una provocatoria dimostrazione dell'egemonia ebraica sulla città occupata. 

Nonostante le tensioni già accese dei giorni scorsi la polizia ha permesso che si svolgesse lo stesso la sfilata senza tenere conto delle possibili e tragiche conseguenze.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.