Lunedì, Settembre 23, 2019
   
Text Size

Area Locale

ANDREA ZANONI INFO

 

Smog, dall’Ue nuovo processo contro l’Italia. Zanoni (PD): “Incentivi per auto ibride ed elettriche e, soprattutto, priorità al trasporto pubblico

Venezia, 7 marzo 2019

“Un deferimento annunciato. L’Unione Europea aveva mandato segnali chiari, rimasti inascoltati per troppo tempo visto che i primi ‘avvisi’ risalgono al 2015. L’Italia, purtroppo, è in testa alla classifica degli sforamenti sia di Pm10 che di biossido di azoto, No2, con la Pianura Padana che è una vera e propria camera a gas. Finora però si è fatto poco o niente, a partire dal Veneto”. Così Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente a Palazzo Ferro Fini, commenta il deferimento dell’Italia per violazione della Direttiva sulla qualità dell’aria in merito al biossido di azoto. “Troppi sforamenti e mancata adozione di misure appropriate per garantire la conformità e mantenere il periodo di superamento il più breve possibile” le ragioni alla base del provvedimento.

“Serve un cambiamento culturale e l’ammissione che siamo di fronte a un’emergenza. La Regione dovrebbe stanziare più soldi per rottamare le vetture inquinanti e incentivare il passaggio ad auto ibride o elettriche invece anche nell’ultimo bilancio ci sono solo briciole. Ci vorrebbero colonnine per la ricarica elettrica in ogni Comune: la Regione assuma un ruolo di regia e coordinamento, garantendo adeguati finanziamenti. Così come dovrebbero essere aiutate quelle eccellenze industriali locali che investono per la produzione di tecnologia utile ai veicoli elettrici ed ibridi e al fotovoltaico. Ma non c’è solo il trasporto privato - sottolinea Zanoni - Un servizio pubblico efficiente è infatti uno dei migliori alleati per combattere l’inquinamento da biossido di azoto. Invece la Regione guarda altrove: dopo anni attese e ritardi, il Sistema ferroviario metropolitano regionale (Sfmr) è stato accantonato, mentre tutti i fondi sono stati dirottati sulla Pedemontana”, protesta Zanoni.

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

 

ACQUAVIVA INFO

 

Nuovo spettacolo al Teatro dei Concordi con “Ditegli sempre di sì”

 

Continua il Festival Nazionale del Teatro Amatoriale ad Acquaviva: sabato 9 Marzo sarà la volta di una commedia di Eduardo De Filippo

 

Acquaviva  Proseguono con successo gli appuntamenti del festival nazionale del Teatro Amatoriale, organizzato dall’associazione “Il Fierale” di Acquaviva e patrocinato dal Comune di Montepulciano, dedicato alle compagnie amatoriali provenienti da tutta Italia. Il prossimo appuntamento al Teatro dei Concordi è in cartellone sabato 9 Marzo alle ore 21:15 grazie alla compagnia “Il Teatraccio” proveniente Grosseto, che metterà in scena la commedia “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo.

La Compagnia amatoriale “Il Teatraccio” è un’associazione culturale di Grosseto che nel corso degli anni ha portato sul palcoscenico numerosi adattamenti teatrali, principalmente ispirati alle opere di Eduardo De Filippo e della commedia napoletana, dagli autori classici a quelli più moderni. La compagnia ha già partecipato alle precedenti edizioni del Festival: si è infatti imposta nel 2017 con “Il Papocchio” (in cui Virginia Corongiu si è aggiudicata il premio come migliore attrice protagonista) e nel 2016 con “Questi Fantasmi” (in cui Ernesto Picolli ha invece vinto il premio come migliore attore non protagonista).

“Ditegli sempre di sì” è una delle più famose commedie farsesche di Eduardo De Filippo, che al Teatro dei Concordi verrà presentata con l’adattamento registico di Claudio Matta. La trama in breve: Michele Murri torna nella casa che divide con la sorella Teresa dopo un anno trascorso in manicomio. D’accordo con la sorella nel non rivelare la sua pazzia, della quale credono si sia liberato, ritrova e riprende i rapporti con i vicini e gli amici di sempre. Ma l’anno trascorso in manicomio lo ha irrimediabilmente segnato e, suo malgrado, diventa artefice di una serie di equivoci e di colpi di scena che troveranno la soluzione solo in un finale tragicomico.

I biglietti per lo spettacolo e gli abbonamenti sono disponibili in prevendita o in prenotazione anche presso il negozio “Arredo Culicchi” in via F.lli Braschi 71, Acquaviva di Montepulciano (dalle ore 17 alle ore 19) o al numero di telefono 0578 767562

ASD “Il Fierale”

Via Fratelli Braschi, 83 – 53045 – Acquaviva di Montepulciano (SI)

Tel: +39 0578 767562

// Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. " style="color:blue;text-decoration:underline"> Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.ilfieraleventi.it/

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

 

FESTA DELLA DONNA IN VALDICHIANA SENESE

UNIONE DEI COMUNI VALDICHIANA SENESE

COMUNICATO STAMPA

Dieci appuntamenti in sei Comuni, ingressi gratuiti ai Musei
Il cartellone della Valdichiana Senese per l’8 Marzo, Festa della Donna
Cultura, spettacolo, incontri, dibattiti, svago e solidarietà diffusi sul territorio

Sono ben dieci, distribuiti in sei Comuni dell’area, gli appuntamenti in cartellone nella Valdichiana Senese per l’8 Marzo, Festa della Donna.

La serie degli eventi si articola lungo l’intero arco della giornata, per consentire la partecipazione a più di un’iniziativa, e si apre in contemporanea alle 10.00 di venerdì mattina al Museo Civico per la Preistoria di Cetona ed ai Musei di Chiusi (Nazionale Etrusco, Civico – La città sotterranea, della Cattedrale e Labirinto di Porsenna) dove, per l’intera giornata, sarà concesso l’ingresso gratuito alle donne. Al Museo Etrusco sarà possibile anche partecipare a visite guidate e ad attività didattiche sul tema “L’arte della seduzione nel mondo antico”.

Sempre alla 10.00, a Chianciano Terme, sarà aperto in via straordinaria il Centro Antiviolenza della Valdichiana, presso la sede operativa dell’Associazione Amica Donna che promuoverà il dibattito su “L’Otto Marzo – Lotto. Lottiamo tutte insieme”.

Primo appuntamento del pomeriggio alle 15.00, a Sinalunga, presso la sede della CGIL con la conferenza “Tutte e tutti per i nostri diritti”, organizzata in collaborazione con i Comuni di Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda.

Alle 16.00, a Cetona, nella Sala S.S. Annunziata, andrà in scena lo spettacolo di chiusura del laboratorio “Undici sillabe per i diritti” che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto Comprensivo locale, in collaborazione con l’Associazione I Macchiati. In programma la lettura teatrale di alcuni passi del Codice Leopoldino.

In contemporanea, a Chiusi Scalo, presso la sede della CGIL, si terrà la conferenza su “La voce delle Donne”, a cura dell’Auser locale in collaborazione con il Comune e lo SPI CGIL.

Alle 16.30, a Montepulciano, nella Sala Master del Palazzo del Capitano, la condizione ed il ruolo femminile saranno letti attraverso una lente particolare, quella artistica. Simona Maggiorelli e Alice Zannoni, entrambe impegnate nella divulgazione dell’arte contemporanea, presentando le proprie recenti opere letterarie si confronteranno con il pubblico. L’iniziativa è del Museo Civico – Pinacoteca Crociani.

Alle 17.30, a Chianciano Terme, presso la sede dell’Istituto Alberghiero Artusi, si terrà una tavola rotonda sul tema “La cultura delle donne per una coltura ecosostenibile” con la partecipazione di donne-imprenditrici. Seguirà la tradizione cena.
Emerge l’impegno sociale dei Terzieri della Città di Chiusi nell’evento delle 20.00 al ristorante “Il Pino”. La cena avrà come obiettivo una raccolta di fondi per realizzare una terrazza fiorita nel Reparto di Oncologia dell’Ospedale Santa Maria Annunziata di Firenze; l’evento è realizzato con il contributo dei commercianti di Chiusi Stazione e del Centro Storico.

Ultimo appuntamento, in ordine cronologico, alle 21.15, al Teatro degli Arrischianti di Sarteano con lo spettacolo “Scusate se parlo d’amore” proposto dalla Compagnia Atto Due, regia di Manola Nifosi (che è anche autrice ed interprete) e Sergio Aguirre. In concomitanza sarà inaugurata la mostra “Una sarteanese di valore”, opere realizzate a tombolo da Maria Teresa Stagi, premiata all’esposizione nazionale di Montepulciano del 1921.

7 marzo 2019

 

TORRITA DI SIENA INFO

 

La stagione degli Oscuri prosegue con ‘Dis-Order’ con Benedicta Boccoli e Claudio Botosso

Sabato 9 marzo 2019  prosegue, al teatro Vitolo di Montefollonico, la stagione teatrale degli Oscuri di Torrita di Siena con lo spettacolo ‘Dis-Order’ con Benedicta Boccoli e Claudio Botosso per la regia di Marcello Cotugno

TORRITA DI SIENA – Dopo il grande successo del primo spettacolo ‘M’accompagno da me’ con Michele La Ginestra, prosegue la stagione teatrale del Teatro degli Oscuri di Torrita di Siena. A salire sul palco del teatro Vitolo di Montefollonico, sabato 9 marzo alle ore 19:00 e 21:15, saranno Benedicta Boccoli e Claudio Botosso con lo spettacolo dal titolo Dis-Order, per la regia di Marcello Cotugno.

Il testo è di Neil LaBute, regista, sceneggiatore e drammaturgo americano, che affronta i lati più intimi e più oscuri di una coppia, un confronto teso e vibrante tra un uomo e una donna che dovranno trovare la forza di amarsi o arrendersi agli eventi.Il testo è diviso in due atti unici in cui i protagonisti sono un uomo e una donna, giunti in entrambi casi a momenti critici della loro relazione. Il tratto d’unione dei due fraseggi narrativi è la presenza – decisiva – di un oggetto-feticcio: il telefono mobile. L’autore non lo fa apparire come mero accessorio quotidiano, ma come elemento drammaturgico decisivo ai fini del destino dei personaggi.

Nel primo atto, intitolato Land of Death, lei è incinta e vuole tenere il bambino, lui no. Lui va a colazione dal suo capo per festeggiare la conclusione di un grosso affare, lei in clinica per abortire. Appena terminato l’intervento la donna riceve un messaggio sul suo cellulare. È suo marito: ha cambiato idea. Lavora al World Trade Center ed è l’11 settembre 2001. Nel secondo atto, Helter Skelter, marito e moglie si incontrano in un elegante ristorante, per una pausa dallo shopping natalizio. È una coppia che sembra avere tutto ciò che può confortante: denaro da spendere e due figli. La donna chiede al marito di poter usare il cellulare per chiamare i bambini, dato che il suo è scarico. L’uomo mette in scena una lunga e buffa situazione per sottrarsi alla richiesta della moglie di usare il suo cellulare: sa che sul display del cellulare apparirà il nome della donna di cui è l’amante.

Con ‘Dis-Order’ quindi prosegue la stagione teatrale degli Oscuri che oltre a raccontare la realtà cerca di toccare l’emotività degli spettatori. Anche per la stagione teatrale 2019 è confermata la formula di due spettacoli, il primo alle 19 e il secondo alle 21:15. Agli spettacoli sarà accompagnato un buffet con prodotti tipici del territorio.

Per avere maggiori informazioni sulla stagione teatrale al via contattare il numero 380.1944435 o lo 0577.686362 dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20 - email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Compagnia Teatro Giovani

Piazza Matteotti, n. 10 – 53049 TORRITA DI SIENA

INFO 380.1944435 -Teatro Giovani Torrita

www.teatrodeglioscuri.it

 

Valdichiana Media

 

 

ASSOCIAZIONE "MANDI DL CIL" INFO

 

Buja, 05 marzo 2019

 

 

OGGETTO:  Invito all’evento “SULLA PELLE DEI BAMBINI”

 

 

Con la presente, l’Associazione Culturale “Mandi dl Cil” e il Movimento Culturale Giovanile Internazionale “Our Voice” 

 

Sono lieti  di invitarLa alla serata:

 

SULLA PELLE DEI BAMBINI

 

All’evento saranno presenti come relatori:

GIORGIO BONGIOVANNI, esperto in teologia, il dottor STEFANO LAUTIERI, esperto in medicina Ayurvedica e ROSSELLA ASSANTI, giornalista freelance.

 

Il Movimento Culturale Giovanile Internazionale “OUR VOICE”, farà da collante tra i vari interventi dei relatori mediante degli inediti artistici creati appositamente per la serata.

 

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Culturale “Mandi dal Cil” in collaborazione con il Movimento Giovanile “Our Voice”, per far luce sulle varie ingiustizie che toccano ai giorni nostri la pelle dei bambini in varie parti del mondo.

 

Troppe sono le violenze da loro subite e troppe sono le persone che ancora oggi scelgono di rimanere in disparte, indifferenti alle tragedie che si stanno compiendo davanti ai nostri occhi. Questo è il tempo di agire!

 

 

L’appuntamento è per :

 

DOMENICA 10 MARZO ALLE ORE 16.00

 

Presso il CENTRO S. VALENTINO

PIAZZA MADONNA A BUJA (UD)

 

Di seguito inviamo allegato della locandina dell’evento

Distinti saluti

 

 

La segreteria dell’associazione culturale

“MANDI DAL CIL

 

0.jpg

 

 

FIRENZE

 

Federalberghi Toscana: “Bene il Codice Affitti, mantenere alta l’attenzione sulla sharing economy”

Le innovazioni della Regione Toscana vanno nella giusta direzione, ma l’occupazione alberghiera cala, a fronte della crescita di offerte al limite della legalità

 

Firenze – Federalberghi Toscana accoglie con favore l’iniziativa della Regione Toscana che si è dotata per prima in Italia di un “Codice affitti”, un portale che regola le locazioni turistiche per comunicare i dati degli alloggiati nelle strutture alberghiere e rispondere alle richieste della regolamentazione della cosiddetta “sharing economy”, che spesso causa situazioni di abusivismo e concorrenza sleale. Si tratta di un importante passo avanti nell’introduzione di maggiore legalità nel settore, con la possibilità di garantire una maggiore trasparenza. Allo stesso tempo, Federalberghi Toscana chiede di mantenere alta l’attenzione sul fenomeno, in quanto i dati messi in luce dal rapporto annuale di BankItalia destano forti preoccupazioni nel mondo della ricettività.

 

“Accogliamo positivamente il Codice Affitti, ma chiediamo alla Regione Toscana di continuare a lavorare per la trasparenza e la legalità nella ricettività turistica. La presenza di alloggi messi offerti su AirBnB in Toscana è la più alta a livello nazionale – commenta il presidente Daniele Barbetti - con una grande intensità e diffusione su tutto il territorio, andando a formare circa un quinto del totale dei posti letto disponibili a livello regionale. Il rapporto tra le abitazioni offerte sul portale online e le abitazioni vuote censite dall’Istat è pari in media al 7%, con molte punte di oltre il 10%, raggiungendo il massimo nella città di Firenze”.

 

L’ampia offerta disponibile sui portali della ‘sharing economy’ si va a scontrare con l’indice lordo di utilizzo alberghiero, che già a livello nazionale è tra i più bassi in Europa. Se in Italia le presenze sono più che raddoppiate tra le strutture a quattro o cinque stelle, sono invece sensibilmente in calo nelle strutture a una o due stelle. In tale indice di utilizzo dell’offerta alberghiera, sempre secondo i dati pubblicati da Bankitalia su elaborazione Istat, la Toscana ha subito un calo del 3,5% tra il 2000 e il 2017. Questo è un altro elemento che mette in relazione l’eccesso di offerta e la concorrenza sleale causata dalla ‘sharing economy’ a danno delle piccole imprese turistiche del nostro territorio

 

“Il Codice Affitti è un passo avanti nella giusta direzione, perché quella della ‘sharing economy’ non è una forma integrativa del reddito ma un’attività economica a tutti gli effetti, che dovrebbe operare nello stesso mercato e alle stesse regole delle altre imprese turistiche. I dati dimostrano che non siamo di fronte a una compensazione della mancanza di offerta, in quanto l’indice di occupazione alberghiera è in calo e le nostre imprese saranno le prime a risentire degli effetti dannosi di questa situazione, con conseguenze sociali ed economiche che devono ancora mostrare tutti i loro effetti” – conclude il presidente Barbetti.

 
 
Federalberghi Toscana
Valdichiana Media



--

Ufficio Stampa
Valdichiana Media srl 
Piazza Nazioni Unite, 10 - 53049 Torrita di Siena (SI)

 

 

   

MONTEPULCIANO LIVING

 

Fino al 10 marzo, tante iniziative nel quadro della Festa della Donna
La donna al Centro: è questo il nome di una serie di iniziative che si svolgeranno a Montepulciano e in altri paesi della Val di Chiana senese. Il tutto è organizzato e coordinato dal  Servizio Associato Centro Pari Opportunità.
In tutti i paesi della Val di Chiana Senese, nel quadro delle celebrazioni della Festa della Donna, dal 2 al 10 marzo 2019 sono state organizzate tante iniziative a cura del Servizio Associato Centro Pari Opportunità. Di seguito sono pubblicate le locandine relative a tutti gli eventi.  
Per quanto riguarda Montepulciano, gli appuntamenti sono due:
•    il primo sarà l'8 marzo, alle 16:30, a Palazzo del Capitano, con la presentazione del libro "Attacco all'arte. La bellezza negata", di Simona Maggiorelli; e del libro "L'arte contemporanea spiegata a mia nonna. Ridere, piangere e capire", di Alice Zannoni. Interviene Davide Sassoli, Vicepresidente del Parlamento Europeo;
•    il secondo sarà il 9 marzo, nella Sala Auser di Sant'Albino, con la conferenza "Le età della donna", report sul questionario Auser presente nel X Rapporto regionale sulla violenza maschile sulle donne". In collaborazione con l'Associazione Amica Donna - Centro Antiviolenza della Valdichiana.

Mercatino dell’Antiquariato e del Collezionismo in Piazza Grande
Sabato 9 e domenica 10 Marzo, piazza Grande ospita un appuntamento mensile con espositori di piccolo antiquariato, collezionismo e artigianato. Per curiosare, esplorare e magari tornare a casa con un ricordo d’altri tempi. Info Tel. 0578712231

“Ditegli sempre di sì”, al Teatro dei Concordi di Acquaviva
Sabato 9 marzo 2019 (ore 21.15) la Compagnia “Il teatraccio”, di Grosseto,  porta sul palco del Teatro dei Concordi di Acquaviva  “Ditegli sempre di sì”, una delle commedie brillanti più celebri di Eduardo De Filippo.
Michele, appena uscito dal manicomio, torna a casa dove lo attende la sorella Teresa, che è la sola a conoscere i suoi trascorsi di pazzia. Michele sembra guarito, ma prende alla lettera tutto ciò che gli viene detto e, credendo che la sorella voglia sposare Don Giovann, suo padrone di casa, ne parla alla figlia Evelina. Al pranzo di compleanno, poi...
Per info e prenotazioni, telefonare allo 0578767562, oppure rivolgersi direttamente al negozio Culicchi, via F.lli Braschi 71, Acquaviva, dalle 17 alle 19,30.

Il “Carnevale Sbagliato” di Abbadia di Montepulciano
Sabato 9 marzo, una festa di carnevale per tutti animerà la frazione di Abbadia. Nella Sala Auser, in via della Resistenza. Info Tel. 3921250225

Accesso alla Torre del Palazzo Comunale
La Torre del Palazzo Comunale in questo periodo è chiusa al pubblico. Riaprirà il giorno 1 aprile 2019.  Info Tel. 0578757341 – www.prolocomontepulciano.it

Apertura invernale del Museo Civico Pinacoteca Crociani
Il Museo Civico Pinacoteca Crociani nel periodo invernale è aperto il sabato e la domenica dalle 10 alle 18; durante la settimana, solo su prenotazione. Info Tel. 0578717300  -  www.museocivicomontepulciano.it

N.B.: gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio sono utilizzati solo per inviare notizie sulle iniziative culturali, turistiche, sportive e sugli appuntamenti del territorio comunale; tuttavia, facciamo presente che chiunque desideri essere cancellato dal nostro archivio potrà comunicarcelo inviando  un’e-mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  mettendo semplicemente come oggetto “cancellami”.
Al contrario, chiunque desideri continuare a ricevere le informazioni suddette non dovrà fare niente, autorizzandoci in questo modo a proseguire in questa nostra azione di comunicazione. Per qualunque dubbio o richiesta di chiarimenti, siamo comunque a completa disposizione ai numeri 0578712202 – 0578712258 – Ufficio Stampa e Comunicazione


English Version
 

Antiques Market in Piazza Grande
On Saturday the 9th and Sunday the 10th March,  Piazza Grande will be hosting its monthly appointment with sellers of small antiques, collector’s items and craft. To browse, explore and maybe go home with memories of days gone by. Info: Tel. +39 0578 712231

Tower of Palazzo Comunale
The Tower of Palazzo Comunale is currently closed to the public. It will reopen on April 1, 2019. Tel. +39 0578757341 – www.prolocomontepulciano.it

Crociani Civic Museum and Picture Gallery: winter opening hours
The Crociani Civic Museum and Picture Gallery is currently open on Saturdays and Sundays only. Opening hours: 10.00 a.m. to 6.00 p.m. Info tel. +39 0578717300

 

   

ARTEGNA - UD

 

EVAROSSELLA BIOLO

SIAMO NOI, DONNE
Teatro Lavaroni, Piazza Marnico n° 20, Artegna (UD)

09 marzo 2019 ore 20.45

Organizzato dal Comune di Artegna in collaborazione con Associazione Amici del teatro il Reading Teatrale SIAMO NOI, DONNE con Evarossella Biolo

Una lettura-spettacolo che dà voce a diversi personaggi femminili e alle loro vicende con le amiche, con gli uomini e da sole davanti allo specchio. Lo sguardo con cui sono interpretati i personaggi è ironico e pieno d’amore e i testi sono leggeri e intelligenti, di autrici quali Franca Rame, Franca Valeri, Lella Costa, Dorothy Parker che hanno saputo rappresentare la donna in tutte le sue meravigliose sfumature.

EVAROSSELLA BIOLO

Laureata in Sc. dell’Educazione e Dottoressa in Sc. Storiche specializzata in ricerche su teatro e territorio.

Attrice professionista e formatrice.

Nell’ambito del teatro si è formata principalmente con Eugenio Allegri, Carlos Alsina, Enrico Bonavera, Cristina Pezzoli sul lavoro d’attore.

Ha approfondito per diversi anni il clown con alcuni insegnanti della scuola francese di stampo lecoquiano tra cui Giovanni Fusetti, Paola Coletto, Ted Kaijser, Andres Casaca.

Ha costantemente lavorato sul corpo approfondendone le possibilità espressive con la danza di Carolin Carson, attraverso il teatro-danza e il canto con la compagnia il Balletto Civile diretto da Michela Lucenti e, negli ultimi anni, con il danzatore butoh Atsushi Takenouchi.

Ha approfondito il lavoro sul racconto e sulla scrittura con Laura Curino, Roberto Anglisani ma soprattutto con Ascanio Celestini e Giuliana Musso, due artisti che uniscono ricerca e teatro, seguendoli e studiando anche da un punto di vista accademico il loro approccio.

Collabora con l’Università di Padova (Dipartimento di Geografia): l’ambito di ricerca è il teatro e le relazioni con il territorio.

Fa parte di Manonuda Teatro. Manonuda Teatro è un contenitore nel quale sviluppano i propri progetti, in costante dialogo e confronto ma in autonomia, il danzatore e formatore Alberto Cacopardi e l’attore e formatore Mirco Trevisan.

Ha collaborato con La Piccionaia-I Carrara al progetto di compagnia giovane La Piccionaia- Tradimenti, con la quale ha prodotto spettacoli sia come attrice sia come ideazione e regia.

Produce spettacoli di clown con il C’art (Castelfiorentino - FI) e di teatro con Matàz (Dueville - Vicenza).

In ambito formativo si occupa di racconto a diversi livelli: sia con professionisti che all’interno di scuole e progetti di teatro sociale. Il filo conduttore è la persona, posta al centro del percorso: fare teatro è un’occasione di scambio e di messa in gioco che non può risolversi nella costruzione di forme estetiche.

Ha da poco debuttato insieme ai suoi compagni di viaggio della compagnia Matàz Teatro con lo spettacolo SOGNO DI MEZZ'ESTATE scritto e diretto da Andrea Pennacchi.

Distribuzione/Organizzazione:

LUISA TREVISI - Idee che danno spettacolo; 347/8217393 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://luisatrevisi.altervista.org/.

Luisa Trevisi347/8217393
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

https://www.facebook.com/luisatrevisipagina/

http://luisatrevisi.altervista.org/

 

   

FRANCENIGO DI GAIARINE (TV)

 

Viaggio Musicale

PRINCIPESSE UN CORNO!
CORO DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE DI TREVISO
DIRETTO DA ERICA BOSCHIERO
CON LA PARTECIPAZIONE DI
GERARDO POZZI CANTAUTORE
DANIELA BARZAN VOCE NARRANTE
Sala Damiano Chiesa – Via per Brugnera 1 – Francenigo di Gaiarine (TV)

09 marzo 2019 ore 20.45

Organizzato da Associazione la Corrente e Pro Loco Primavera

PRINCIPESSE UN CORNO! Un viaggio musicale negli stereotipi femminili alla ricerca di una vera uguaglianza di genere.

Il 20 gennaio 2018 le Nazioni Unite lanciano l’allarme: “le donne guadagnano il 23% meno degli uomini, è il più grande furto della storia”. E non è che l’ultimo dato di una serie lunga millenni, che conferma come, dopo il lungo percorso di emancipazione femminile, ancora oggi le donne vengano sistematicamente discriminate, stigmatizzate, caricate di ruoli a cui corrispondere, pena la pubblica gogna o la violenza verbale e fisica, dentro e fuori le mura domestiche.

Attraverso un excursus storico e sociologico sulla figura e il ruolo della donna dal medioevo ad oggi, passando per la rivoluzione femminista, snodandosi tra letture, canzoni popolari e canzoni d’autore, il coro accompagnerà il pubblico a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sugli stereotipi che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro e le letture sarà presente anche il cantautore Gerardo Pozzi, che darà voce al vissuto di uomini che a loro volta cercano di muoversi in un contesto che cambia. Perché una vera emancipazione potrà avere luogo soltanto se uomini e donne cammineranno insieme, guardandosi e riconoscendosi nella loro diversità e facendo di quest’ultima un valore, garantendosi uguali diritti ed opportunità, verso il futuro.

Biglietto intero 6 euro, biglietto tesserati 4 euro

Info: 331/2602913 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Prossimo appuntamento in provincia di Treviso:

29/03/19 ore 20.30 Auditorium Scuole Medie Via Vittorio Veneto, 94 Casale Sul Sile (TV)

Coro dell’Università Popolare di Treviso

Il coro nasce nell’ autunno 2006 su iniziativa dell’allora Presidente dell’Università Popolare Auser di Treviso Luisa Tosi e della cantautrice Rosanna Trolese, che per molti anni si è occupata di canti a tema sociale e popolare, per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultra-sessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico e sociale.

Tra gli spettacoli realizzati in questi anni ricordiamo quello nato in occasione del 150° anniversario dell’Unità di Italia, che propone una ventina di canti rappresentativi di tutte le regioni d’Italia eseguiti in italiano e nei vari dialetti locali, e “La storia siamo noi”, excursus storico-sociologico sul tema della grande emigrazione veneta del periodo di fine ‘800 e prima metà del ‘900 e sulla storia dei lavori tipici locali dell’epoca, spettacolo che prevede accanto ai canti una sequenza di letture a cura dell’associazione SelaLuna e una proiezione di oltre 200 immagini e filmati a tema.

Gli spettacoli sono stati presentati nei diversi circoli Auser, in auditorium e piazze della provincia di Treviso e del Veneto, spesso arricchiti dalla presenza di cantautori locali come Erica Boschiero, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Davide Camerin, Alberto Cantone, Alberto Cendron, Leo Miglioranza e Gerardo Pozzi.

Nella primavera del 2017 la maestra Rosanna Trolese passa il testimone della direzione alla cantautrice Erica Boschiero.

Attualmente il coro è composto una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i contenuti affrontati attraverso le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Non secondario è l’aspetto di ricerca artistica del coro, di condivisione delle esperienze personali delle coriste soprattutto in relazione ai temi trattati, dell’effetto benefico che la musica corale produce in chi la pratica in una situazione di ascolto reciproco e di rispetto dell’altro.

ERICA BOSCHIERO

“La nuova Joni Mitchell”, “una delle voci più interessanti della canzone d’autore al femminile nel panorama italiano”, così i giornalisti descrivono Erica Boschiero, cantautrice e cantastorie veneta.

E’ stata vincitrice del Premio d’Aponte 2008, del Premio Botteghe d’Autore 2009, del Premio Corde Libere 2013, del Premio Lunezia – Future Stelle 2015, Premio per il Miglior Testo a Musicultura e al Premio Parodi nel 2012 e finalista l’Artista che non c’era e altri premi per musica d’autore.

Ha tenuto concerti in Islanda, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Bielorussia, Ungheria, Nepal e Kazakhstan. Si è esibita in diretta su Rai 2 e Rai News 24, su Radio 1, Radio 2, RSI e molte altre radio nazionali e locali.

Ha in attivo tre album, “Dietro ogni crepa di muro”, “Caravanbolero” e “E tornerem a baita”.

Ha aperto concerti e/o duettato con Gino Paoli, Danilo Rea, Paola Turci, Maria Gadù, Ron, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Mariella Nava, Elena Ledda, Canio Loguercio, Gualtiero Bertelli, Alessio Bonomo, Maria Pia De Vito, Andrea Satta. Collabora regolarmente con il fumettista Paolo Cossi, con Sergio Marchesini ed Edu Hebling.

L’8 marzo 2017 il Sindaco della Città di Treviso le conferisce il Premio “Riflettore Donna”, Civica Onorificenza che premia ogni anno una donna della città distintasi per senso civico e professionalità. www.ericaboschiero.it

GERARDO POZZI

Gerardo Pozzi scrive canzoni da sempre, ma trova il coraggio di pubblicarle solo alla soglia dei quarant’anni.

Ha all’attivo due album autoprodotti (“Sconosciuti e imperfetti” e “Tigrecontrotigre”).

Nel 2014 vince il Premio Fabrizio De André.

Nel 2015 apre il concerto di Roberto Vecchioni, a Treviso, per Suoni di Marca.

Nel 2016 vince il Premio Botteghe d’Autore (come miglior testo). Pur restando uno sconosciuto, riceve critiche positive e sproni da parte di Paolo Conte, Giorgio Conte, e molti altri artisti che ama. Ha in preparazione un nuovo album (“Sono una brava persona”).

DANIELA BARZAN dell’associzioane SeLALUNA

SeLALUNA è un’Associazione che, attraverso progetti di scrittura, lettura, espressione corporea, iniziative legate al campo della letteratura, dell’editoria, dell’arte e manualità, mette a disposizione del sociale un’offerta culturale, ricreativa e di sostegno alla persona.

Mira al benessere e a una migliore qualità di vita soprattutto delle fasce deboli: gli anziani, i soggetti con disabilità, le donne straniere, i carcerati, i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, ma si rivolge anche a tutte le persone che trovano- nell’incontro con la parola variamente intesa-occasione di crescita personale.

Distribuzione/Organizzazione:

LUISA TREVISI - Idee che danno spettacolo; 347/8217393 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://luisatrevisi.altervista.org/.

Luisa Trevisi347/8217393
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

https://www.facebook.com/luisatrevisipagina/

http://luisatrevisi.altervista.org/

 

   

MONTEPULCIANO INFO

 

Doppio appuntamento dedicato alla poesia ai Licei Poliziani

Incontro musicale dedicato a Benjamin Britten e Wilfred Owen; lunedì 4 marzo il poeta Davide Rondoni commenterà “L’Infinito” di Leopardi

Montepulciano – Il mese di Marzo si apre con due eventi culturali molto interessanti riguardanti la poesia. Il primo ha avuto luogo la mattina di sabato 2 Marzo nell’aula magna dei Licei Poliziani; a questo evento hanno preso parte la dott.ssa Elena Minetti e il prof. Gaston Fournier-Facio ed era dedicato al War Requiem, op.66 di Benjamin Britten. Il secondo invece avrà luogo lunedì 4 Marzo, sempre nell’aula magna dei Licei Poliziani, e si parlerà dell’Infinito di Giacomo Leopardi con analisi e commento del poeta Davide Rondoni.

L’incontro dedicato a Britten si è svolto nell’ambito del progetto “intersezioni a suon di musica” dedicato agli studenti delle classi terminali e in tale contesto è stata approfondita l’opera War Requiem, op.66 del compositore inglese Benjamin Britten, che ha musicato le poesie di Wilfred Owen, scritte al tempo della Prima Guerra Mondiale. Durante la mattinata hanno preso la parola anche gli studenti, leggendo alcuni brani delle poesie e riflettendo sulle tematiche legate ai grandi conflitti mondiali del Novecento. Il dibattito è stato introdotto dalla pianista Elena Minetti, dottoressa in discipline della musica e del teatro all’Università di Vienna, e da Gaston Fournier-Facio, musicista di fama internazionale che è stato tra i fondatori del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

Anche l’iniziativa di lunedì 4 Marzo sarà dedicata alla poesia, e con più precisione a uno dei più grandi autori italiani: Giacomo Leopardi, il cui celebre componimento “L’Infinito” compie duecento anni. Un autorevole commento alla poesia verrà tenuto da Davide Rondoni, docente dell’Università di Bologna e profondo conoscitore della poetica leopardiana, che è già stato piacevole ospite dell’istituto negli scorsi anni. “L’Infinito” è una poesia scritta da Leopardi all’età di 21 anni, durante la giovinezza a Recanati, e rappresenta una delle liriche più famose della sua produzione, studiata e apprezzata da generazioni di studenti in tutta Italia e non solo, per il suo senso profondo nella storia della letteratura.

I.I.S.S. A. Poliziano

Via S.Martino 14b, 53045 Montepulciano (SI)

Tel: 0578/758228

Fax: 0578/717081

Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://sito.liceipoliziani.com/

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

MONTEPULCIANO INFO

 

Anche telecamere mobili in azione sul territorio per scovare i trasgressori

Montepulciano dichiara guerra agli “inquinatori” ambientali

Troppe violazioni nella gestione dei rifiuti domestici, applicate le prime sanzioni

 

Abbandono “selvaggio” dei rifiuti, mancato rispetto delle regole sulla loro differenziazione ed il relativo conferimento. Benché si trovi in un pregevolissimo contesto paesaggistico ed il rispetto dell’ambiente sembri far parte del bagaglio culturale della comunità, Montepulciano deve ora fronteggiare atteggiamenti incivili che non solo nuocciono al territorio ma colpiscono anche la sua bellissima immagine.

 

“Gli esempi sono, purtroppo, quotidiani e talvolta ai limiti del credibile” spiega il vice-Sindaco Luciano Garosi, che ha anche la delega all’Ambiente. “Non parlo solo di aree boschive scambiate per discariche ma soprattutto di semplici rifiuti casalinghi non differenziati, conferiti fuori orario, abbandonati al di fuori dei contenitori”.

 

Di fronte a tali fenomeni di mancato rispetto delle norme più elementari di convivenza civile, e visto che le campagne informative effettuate finora non hanno evidentemente scoraggiato gli inquinatori ambientali, il Comune è passato all’azione.

 

“Ci vediamo costretti ad intensificare i controlli – afferma infatti Garosi – e anche a proseguire nell’applicazione di sanzioni ai trasgressori”.

 

Il messaggio è dunque chiaro, la tolleranza diminuisce (avvicinandosi allo zero) anche perché, oltre alle norme da rispettare, c’è una consistente parte dell’opinione pubblica, quella che osserva le regole e tiene al decoro del territorio, che chiede di intervenire.

 

“Potenziamo la presenza sul territorio del nostro personale addetto all’ambiente insieme alla Polizia Municipale, il tutto in collaborazione con Sei Toscana” spiega Garosi. “Ma non diminuisce il nostro impegno per far funzionare sempre meglio la raccolta differenziata dei rifiuti. Continua dunque ad operare a pieno ritmo il Centro di raccolta di Valardegna, a Montepulciano Capoluogo, ora aperto anche il sabato pomeriggio, mentre a breve sarà riaperto anche l’equivalente centro di Montepulciano Stazione. Continuano ad essere disponibili il numero verde di Sei Toscana, 800 127 484, ed il diretto dell’Ufficio Ambiente del Comune, 0578 712239, per informazioni ma anche per fornire servizi molto utili e gratuiti come il ritiro a domicilio e per appuntamento di rifiuti ingombranti, degli sfalci delle potature e, per le attività, anche degli imballaggi di cartone. Utile e pratica – sottolinea l’Assessore – anche la possibilità offerta dal gestore Sei di prenotare tali servizi direttamente sul sito web; questo il link http://www.seitoscana.it/gestione-rifiuti/comune-montepulciano”.

 

E’ già programmata poi l’installazione di due ecocompattatori per le bottiglie di plastica, semplicissimi da usare anche per l’utenza. Allo stesso tempo sono in funzione non solo telecamere fisse ma anche mobili, “puntate” sulle aree di raccolta, che consentono di identificare i trasgressori.

 

“La raccolta porta-a-porta avviata alla fine del 2018 anche nelle aree esterne al centro storico di Montepulciano ed a Sant’Albino si è rapidamente affermata ed è anzi decollata, facendo registrare un netto incremento della “differenziata”: i dati in nostro possesso, relativi a gennaio 2019 confrontato con lo stesso mese del 2018, parlano di un positivo +10%”. Allo stesso tempo, purtroppo, - conclude Garosi – ci troviamo a fare i conti con inciviltà, atteggiamenti superficiali e comportamenti irrispettosi sia della comunità sia del nostro immenso patrimonio ambientale. Intervenire in maniera repressiva non è mai la prima opzione ma, in questo caso, c’è in gioco il futuro della nostra comunità”.

 

                                                                                                                      Ufficio Stampa

 

1 Marzo 2019

 

   

GAIOLE IN CHIANTI INFO

 

Comune di Gaiole in Chianti

Comunicato stampa dell’1 marzo 2019

Gaiole: istituito il Museo Civico “Alle origini del Chianti”. Avrà sede nei locali delle ex Cantine Ricasoli

 Con un documento approvato dal Consiglio il Comune di Gaiole in Chianti ha istituito il Museo civico “Alle origini del Chianti”, questo è il nome che è stato scelto per la nuova struttura museale che avrà sede nei locali delle ex Cantine Ricasoli. 

Con successivo provvedimento sarà redatto il regolamento di organizzazione e funzionamento. Una volta perfezionati gli atti relativi all’istituzione, la Giunta e gli uffici comunali competenti, nei prossimi giorni, avvieranno le procedure per la progettazione degli spazi Museali.

“E’ un grande progetto– afferma il sindaco Michele Pescini – a cui teniamo tantissimo per il futuro di Gaiole, reso possibile dalla stretta collaborazione tra Comune, Università americane e Soprintendenza ai Beni Archeologici che ci è stata molto vicina, mostrando interesse e disponibilità. Per gli allestimenti occorreranno investimenti pari a 150mila euro, di cui oltre 50mila sono già coperti con le risorse recuperate dalla campagna di crowdfunding, promossa dal comune di Gaiole e rilanciata a dicembre dalla Florida State University di Firenze, insieme allo Studio Arts College International. Il successo della campagna di crowdfunding, che è ancora attiva, dimostra quanta attenzione e interesse internazionale ci sia attorno al progetto. Il resto delle risorse sono previste dal Comune nel bilancio 2019”. 

“Per la comunità di Gaiole – prosegue il sindaco –Il Museo Alle origini del Chianti è il riconoscimento delle proprie radici. E’ importante sapere da dove veniamo. Ci sono due termini che ci stanno più a cuore: identità e comunità. Il vero valore dei tempi moderni è saper essere ancora una comunità e a Gaiole lo siamo, perché il senso di identità è fortissimo. L’identità è un collante straordinario che mette insieme energie e idee e trova le sue radici proprio nella storia che noi andiamo ad analizzare e poi a restituire al mondo.”

La nascita del Museo è il coronamento di oltre 40 anni di lavoro dell’equipe di studenti e archeologi impegnati presso gli scavi di Cetamura, sotto la direzione della professoressa statunitense Dott.ssa Nancy de Grummond, docente di etruscologia presso il Department of Classics della Florida State University, tra i massimi esperti dell’antica civiltà etrusca.

Nel museo confluiranno gran parte dei reperti ritrovati nel sito di Cetamura che ci parlano delle origini del Chianti, frutto di un interessante connubio tra radici etrusche, romane e medievali. Manufatti, oggettistica varia, risalenti  fino al periodo Paleolitico superiore. Uno dei ritrovamenti più significativi del sito archeologico e per il futuro della Regione Chiantigiana è rappresentato da 4.500 acini d’uva imbevuti di acqua, su cui le Università Internazionali stanno conducendo studi per la ricostruzione del DNA. Si tratta di un reperto archeologico di inestimabile valore per lo studio dell’evoluzione della viticoltura nei territori del Chianti.

In allegato le foto che ritraggono il sindaco Michele Pescini insieme a Nancy de Grummond, direttrice degli scavi di Cetamura e il Console Generale degli Stati Uniti a Firenze, Benjamin Wohlauer, durante il Galà dello scorso 7 dicembre per il lancio della campagna di crowdfunding. 

 

   

DAL FRIULI STEFANO BOSCARIOL INFO

BRUGNERA 28 FEBBRAIO SCUOLA PRIMARIA N.SAURO

 
Alla presenza del Sindaco di Brugnera Renzo Dolfi e delle insegnati della scuola primaria N.Sauro e per iniziativa di Roberto Bazzo, da sempre vicino al mondo della solidarietà  e del volontariato sono stati consegnati ufficialmente ad AIL PORDENONE  1.000, 00 euro per lASSISTENZA DOMICILIARE PEDIATRICA rappresentata dalla dott.ssa Silvia Vaccher del reparto pediatrico dell' Ospedale Civile di Pordenone. 
 
Davanti agli alunni delle classi della primaria ( vedi allegate foto) hanno ringraziato, prendendo la parola , gli artefici e collaboratori di questa preziosa e vicina iniziativa realizzata dopo mesi di raccolta fondi anche attraverso  diversi momenti solidali e di puro volontariato.
 
Stefano Boscariol Responsabile Comunicazione Eventi AIL

 

   

PROF. MICHELE BOATO MESTRE INFO

 

AGORA' sulla DEMOCRAZIA - INCONTRI PER CAPIRE ed AGIRE

Presso la nuova sede dei consumatori, Di Tasca Nostra, in via Dante 9, a Mestre, nei portici di piazzale L. Da Vinci - vedi mappa

ci incontriamo (con qualche dolcetto) ogni sabato di febbraio e marzo, dalle ore 17 alle 19

per informarci e discutere liberamente, a partire dai fatti storici, sul tema della DEMOCRAZIA.

Sono incontri gratuiti, rivolti a chi (giovane o adulto, donna o uomo, italiano o straniero) 

vuole capire meglio la società e il mondo in cui viviamo e poi decidere come impegnarsi per migliorarli.

Ecco i prossimi appuntamenti:

 

Sabato 2 marzo RIVOLUZIONE FRANCESE LUMI E OMBRE

con Marina Dalla Stella già docente di storia Ist.Foscari

(ATTENZIONE: si salta sabato 9 marzo)

Sabato 16 marzo GUERRE, DISERTORI, OBIETTORI E ALTERNATIVE NONVIOLENTE
con Matteo Soccio,autore di vari saggi, Movimento Nonviolento e Casa per la pace di Vicenza

Vedi il calendario completo degli incontri cliccando qui

a sabato!Michele Boato

 

   

UNIONE DEI COMUNI VALDICHIANA SENESE

UNIONE DEI COMUNI VALDICHIANA SENESE

COMUNICATO STAMPA

Massima concentrazione di appuntamenti in tutti i Comuni venerdì 8 marzo
Festa della Donna 2019, il cartellone degli eventi in Valdichiana Senese
Si comincia al Teatro Pinsuti di Sinalunga con uno spettacolo teatrale


Garantire pari opportunità, combattendo ogni forma di discriminazione basata sul genere, è l’impegno condiviso dall’intera Valdichiana Senese.

Per questo i Comuni dell’area hanno affidato all’Unione, fin dalla sua costituzione, la gestione associata del servizio che porta questo nome e da anni fanno confluire in un unico cartellone tutti gli eventi programmati per l’8 marzo, Festa della Donna.

Il programma 2019, che si arricchisce di ora in ora, comprende già una quindicina di appuntamenti e si aprirà sabato 2 marzo a Sinalunga, al Teatro “Ciro Pinsuti”, dove, alle 21.00, l’associazione Astrolabio propone la rappresentazione composta da due testi di Sabrina Civitelli, “Mimose” e “La guerra non ha onore”.

Allo spettacolo contribuisce la Compagnia teatrale Bucchero con numerosi interpreti, le voci soliste sono Maria Giulia Carnevali e Stefania Bartolozzi, l’esecuzione musicale dal vivo è affidata al pianista Roberto Felici mentre l’autrice e sceneggiatrice cura anche la regia.

La prima parte, intitolata al simbolo dell’8 Marzo, si snoda attraverso un confronto verbale tra uomini e donne proprio sul significato della festa, con spunti di divertimento forniti da un duello a base di aforismi in cui l’ironia femminile smaschera il latente sessismo che ancora caratterizza la nostra civiltà. I testi sono tratti da scritti di Cechov, Trilussa, Jacopo Fo, Bartezzaghi.

L’attenzione si sposta poi su un tema molto delicato, ovvero quello della figura femminile nell’ambito dei conflitti: la donna vive la guerra da casa, comunque a distanza, ma subisce e deve risolvere tante situazioni che da essa scaturiscono.

“I patemi delle donne in tempo di guerra, le sofferenze che subiscono – scrive Sabrina Civitelli – si ripetono ad oltranza, a dispetto dei tempi e dei luoghi. Mi sono accorta di scrivere una storia terribilmente contemporanea in cui le donne, nel bene e nel male, offrono l’opportunità di una vita nuova attraverso la loro materna capacità di amare”.

Il titolo “La guerra non ha onore” intende disarmare tutte le retoriche marziali e togliere ai conflitti armati ogni nota positiva; deriva da un tragico spaccato della Prima Guerra Mondiale che fa riferimento alle violenze subite da tante donne dopo la battaglia di Caporetto. In un Paese che considerava l’aborto come il peggiore dei crimini, si parlò non di diritto ma di “dovere di abortire” per salvaguardare l’ “onore” dei mariti (v., anche, Corriere della Sera, La Caporetto delle donne, di Valeria Palumbo).

Lo spettacolo, patrocinato dal Comune di Sinalunga, si avvia verso il tutto esaurito, per prenotare tel. 339 2254587, pomeriggio.

Il cartellone coordinato dal servizio Pari Opportunità dell’Unione Valdichiana Senese riprenderà venerdì 8 Marzo, giornata della Festa della Donna, in cui ben sette dei dieci comuni dell’area proporranno un evento. Si spazierà, sull’arco dell’intera giornata, dagli spettacoli alle conferenze, dagli incontri alle visite guidate, sempre all’insegna della condizione femminile.

28 febbraio 2019

   

TORRITA DI SIENA INFO

 

Annunciati tutti gli eventi della manifestazione

TRA RIEVOCAZIONI STORICHE, ARTI E SPETTACOLI

SI DISPUTA A TORRITA DI SIENA IL 63° PALIO DEI SOMARI

Dal 16 al 24 marzo l'edizione 2019, eccezionalmente dedicata alla memoria di don Giovanni Turchi

TORRITA DI SIENA, 27 febbraio 2019 - Si svolge dal 16 al 24 marzo 2019 la 63ª edizione del Palio dei Somari, quest'anno dedicata in via eccezionale a don Giovanni Turchi, parroco di Torrita Scalo dal 1948 al 2013, anno della scomparsa, che fu fondatore della Contrada Stazione e per anni nel ruolo di segretario dell'Associazione Sagra San Giuseppe.

Per otto giorni il centro storico di Torrita di Siena ospita momenti di rievocazione storica, esposizioni ed eventi, in vista della corsa a dorso di somaro che ogni anno si disputa tra le otto Contrade del paese la domenica successiva al 19 marzo.

Sabato 16 marzo il calendario degli appuntamenti si inaugura con l'apertura del Mercato Medievale de La Nencia, la mostra mercato di manufatti realizzati dagli artigiani con le tecniche e i materiali dell'epoca. Alle 18.30, nella sala consiliare del palazzo comunale si effettua l'estrazione degli abbinamenti per la prima fase di qualificazione della Corsa, accompagnata dall'esibizione in piazza Matteotti degli Sbandieratori e i Tamburini delle otto Contrade. Dal pomeriggio sono inoltre aperte le Taverne, i diversi punti ristoro in cui le Contrade servono i piatti tipici della tradizione gastronomica, animati da spettacoli itineranti che, tra musica e performance in stile medievale, allietano gli ospiti sino a tarda notte.

Domenica 17, dalle 10, si svolge "Somarando", la rassegna espositiva di alcuni esemplari che permette di conoscere da vicino il mondo di questo animale.

Mentre prosegue per tutta la giornata il Mercato de La Nencia, alle 16 si esibiscono in piazza Matteotti gli allievi della scuola del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Torrita. Nel pomeriggio riaprono le Taverne per la seconda serata che, accompagnata alle 19 da “Musicando nei borghi”, a cura dei musicisti dell'istitutodi Musica G. Monaco La Samba, si concluderà con ancora spettacoli nelle vie del centro storico.

Novità per l'edizione 2019, l'apertura nel primo fine settimana della manifestazione, dello spazio "Le Arti del Palio", un locale dove alcuni artisti si riuniranno per mostrare le fasi di progettazione e costruzione di tamburi e bandiere.

Lunedì 18 alle 21, al palasport, i bambini delle scuole materna e primaria di Torrita e Montefollonico presentano le iniziative realizzate in occasione del Palio, rispettivamente l'esecuzione di brani popolari legati alla tradizione della Festa e un musical, dal titolo "Il Palio in pochi passi".

Mercoledì 20 il palasport ospita "Chissà se in Contrada si sa", lo storico quiz tra Contrade incentrato su curiosità e temi di cultura paliesca.

Venerdì 22 è il giorno riservato alle cene propiziatorie, nel corso delle quali vengono ufficialmente presentati gli otto fantini che correranno il Palio.

Sabato 23 alle 21.30, il drappo, dipinto per questa edizione da Maurizio Sampieri e Anna Rita Cotugno viene presentato in piazza Matteotti, scortato dagli Sbandieratori e i Tamburini delle Contrade, che alle 22 si sfidano in una gara a coppie. Quindi si svolgono la riconsegna del premio Sfoggiato da parte della Contrada Refenero, la quale si è aggiudicata il riconoscimento per il miglior corteo storico nel 2018, e l’esibizione degli Sbandieratori e i Tamburini dei quattro Castelli di Torrita.

Domenica 24 l'appuntamento è alle 9, con l'ingressodel corteo di ciascuna Contrada in piazza Matteotti, al quale segue la Santa Messa, officiata nella Chiesa delle Sante Flora e Lucilla. Al termine, la piazza ospita le esibizioni degli Sbandieratori e i Tamburini, prima che il corteo storico si componga per sfilare lungo le vie del borgo.

Il Palio dei Somari si corre nel pomeriggio, alle 16, nel campo di gara allestito presso il Gioco del Pallone. In caso di pioggia il Palio è rimandato a domenica 31 marzo.

Per la prima volta nella storia della manifestazione, quest'anno a correre sul tufo saranno otto somari non provenienti da una sola scuderia, bensì selezionati tra una rosa di esemplari messi a disposizione da più allevatori, a dimostrazione della centralità che il Palio di Torrita sta assumendo nel panorama delle manifestazioni di questo genere.

«Con molto orgoglio diamo ufficialmente il via al Palio dei Somari 2019, un'edizione che, agli eventi divenuti ormai appuntamenti fissi in Valdichiana, aggiunge elementi di novità e perfezionamento» ha dichiarato Yuri Cardini, presidente dell'Associazione Sagra San Giuseppe, nel corso della conferenza di presentazione.

Il Palio dei Somari, organizzato dall'Associazione Sagra San Giuseppe, con il patrocinio del Comune di Torrita di Siena e della Regione Toscana, è iscritto dal 2014 nell'Elenco regionale delle associazioni e delle manifestazioni di rievocazione e ricostruzione storica.

Per ulteriori informazioni: www.paliodeisomari.it

ASSOCIAZIONE SAGRA SAN GIUSEPPE

Via Baldassarre Peruzzi, 3

Torrita di Siena

338.5441675 (Anita)

 

   

MONTEPULCIANO INFO

 

Il Nuovo Piano Operativo del Comune di Montepulciano
prosegue il suo percorso verso l’ approvazione
Nell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Montepulcianno, sono state approvate le controdeduzioni alle osservazioni giunte dopo la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana

 

Durante l’ultimo Consiglio Comunale del Comune di Montepulciano, sono state approvate le controdeduzioni alle osservazioni giunte riguardo al nuovo Piano Operativo, quello che un tempo era conosciuto come Piano Regolatore.  Le osservazioni sono pervenute da tecnici del territorio, da privati cittadini e dagli Enti Sovraordinati (Soprintentenza e Regione).

 

Prima della necessaria approvazione in Consiglio Comunale, le 166 osservazioni sono state però esaminate nel corso di cinque riunioni della Commissione Urbanistica Tecnica e altrettante della Commissione Consiliare Uso e Assetto del territorio, che si sono svolte serratamente tra gennaio e febbraio.

 

Come prescritto dalla Legge Regionale 65/2014, legge cardine che indica tutte le linee guida per l’elaborazione del Piano Strutturale e la formazione del Nuovo Piano Operativo Comunale, le osservazioni dovevano essere presentate entro 60 giorni dalla pubblicazione sul BURT, avvenuta il 18 aprile 2018 “ma sono state accolte ed esaminate anche alcune che sono pervenute ben oltre i termini prescritti” - così Michele Angiolini, Assessore all’Urbanistica del Comune di Montepulciano – “per dare modo a tutti di partecipare in modo utile e concreto al fine di elaborare un Piano Operativo veramente rispondente alle esigenze e agli interessi della comunità”.

Ricordiamo che  un Piano Operativo è costituito da un insieme di elaborati che in pratica prescrivono le regole d'uso del territorio di tutto il comune, entrando nel merito delle norme sui tipi di intervento su un edificio esistente o la sua destinazione futura di una porzione di terreno. 

“E’ un Piano Operativo” – sottolinea l’Assessore Angiolini – “che rispetta le peculiarità del nostro territorio, pone particolare attenzione al patrimonio edilizio esistente attraverso il riuso degli edifici, favorendo il recupero e le trasformazioni, in un quadro  di sviluppo sostenibile di Montepulciano”.

Una volta applicate le modifiche agli elaborati, secondo i contenuti delle controdeduzioni, il tutto verrà inviato alla Regione Toscana con richiesta di convocazione della Conferenza Paesaggistica che, ai sensi della L.R. 65/2014, esprimerà un parere vincolante. Quest’ultimo passaggio costituisce un’autentica novità rispetto ai tempi passati, quando la procedura si concludeva con l’approvazione dei Consigli Comunali. 

 

Solo a seguito di ciò, il Consiglio Comunale di Montepulciano potrà poi procedere all’approvazione definitiva del P.O. che, con la pubblicazione sul BURT, vedrà decretata la sua efficacia e diventerà il nuovo strumento urbanistico comunale.

 

Montepulciano, 27 febbraio 2018

 

   

ANDREA ZANONI INFO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Zanoni (PD): “Caporalato e lavoro nero, a che punto è il protocollo annunciato dalla Regione?

Venezia, 27 febbraio 2019

“A che punto è il protocollo contro caporalato e lavoro nero annunciato nelle scorse settimane dalla Regione? Dalle parole e dai tavoli è urgente, oltre che doveroso, passare ai fatti”. A chiederlo è il consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni ricordando la risposta della Giunta, all’interrogazione presentata lo scorso 19 dicembre in seguito al ritrovamento del corpo di un boscaiolo, impiegato a nero, abbandonato senza vita in un dirupo in Trentino, dal titolare di un’azienda bellunese.

Leggi tutto: ANDREA ZANONI INFO

   

MONTEPULCIANO INFO

 

Valdichiana Living partecipa alla Borsa Mediterranea del Turismo

L’offerta turistica della Valdichiana Senese si presenterà alla BMT che si svolgerà a Napoli dal 22 al 24 Marzo

 

Montepulciano – Anche nel nuovo anno continuano i percorsi di inserimento dei pacchetti turistici della Valdichiana senese nei mercati internazionali, attraverso la partecipazione a fiere di settore, incontri con tour operator e pianificazioni strategiche a favore dello sviluppo turistico del territorio. Il prossimo appuntamento a cui parteciperà Valdichiana Living, come braccio operativo della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese, sarà quello della Borsa Mediterranea del Turismo che si terrà a Napoli dal 22 al 24 Marzo.

 

La Borsa Mediterranea del Turismo (BMT) è una delle principali fiere turistiche in Italia, giunta alla ventitreesima edizione, che si tiene alla Mostra d’Oltremare di Napoli. Si tratta di una manifestazione leader nel settore B2B, rivolta all’intera rete agenziale italiana, con la presenza di oltre 22mila visitatori professionali e 500 espositori. Durante la fiera sono previsti workshop tematici a cui uno specifico su “Terme e Benessere” a cui parteciperanno direttamente i rappresentanti delle Terme di Montepulciano e le Terme di Chianciano Terme.

 

In tale contesto, Valdichiana Living presenterà la sua offerta per proporsi al mercato come destinazione turistica nel settore dello turismo attivo e dello sport e in quello dei matrimoni. Per quanto riguarda lo sport, infatti, la Valdichiana senese offre una vasta gamma di esperienze declinate nel “turismo attivo” e nella “soft adventure”, con esperienze in bicicletta o a cavallo attraverso i sentieri e i percorsi naturalistici, collegati a iniziative culturali ed enogastronomiche.

 

“Il turismo sportivo è un settore su cui puntiamo con decisione, in sinergia con l’Unione dei Comuni. – ha spiegato Doriano Bui, presidente della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese – Già da molti anni il territorio ha compiuto sforzi importanti per ampliare l’offerta sportiva e porsi come destinazione di interesse internazionale. In continuità con le iniziative dei Comuni di Chianciano Terme e di Chiusi, riconosciuti come città europee dello sport rispettivamente per gli anni 2019 e 2020, la Valdichiana Senese nel suo complesso è infatti candidata ad ACES Europa per ricoprire questo ruolo per l’anno 2021, con un ulteriore incremento alle iniziative sportive dedicate al turismo lento, alla sentieristica naturale e una modalità dolce di vivere il territorio.”

 

Anche nel comparto “wedding” la Valdichiana ha molto da offrire: il nostro territorio rappresenta pienamente l’immaginario della Toscana, unendo l’autenticità dei piccoli borghi all’intimità e alla vicinanza dei servizi necessari al matrimonio, con una serie di strutture storiche e agriturismi ben inseriti nel paesaggio. La Valdichiana, quindi, è lo scenario ideale in cui convolare a nozze e vivere una cerimonia indimenticabile.

 

 

 

Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese

Piazza Grande n.7, 53045 Montepulciano (SI)

Tel: 0578/717484

Fax: 0578/752749

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.stradavinonobile.it

 

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

IN PRIMO PIANO, ANDREA ZANONI INFO

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Zanoni (PD): “Ancora un cane ucciso da esche avvelenate, una barbarie dura a morire contemplata dalle vecchie leggi sulla caccia. Chi ha sospetti parli”
 

Venezia, 22 febbraio 2019

“È un gesto barbaro e mi auguro che i responsabili siano presto individuati. Un tempo le esche avvelenate erano previste dalla legge sulla caccia per uccidere i cosiddetti animali nocivi come volpi e tassi, ora queste condotte sono sanzionate penalmente, ma qualcuno continua ad avere il vizietto. È ‘curioso’ però come certi episodi accadano sempre a stagione venatoria chiusa quando non circolano più i cani dei cacciatori. Chi sa parli, le mele marce vanno individuate e punite severamente”. L’appello è di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico, ricordando la morte di un meticcio di quattro anni ucciso da un boccone avvelenato lungo il Piave, a Lovadina nel Comune di Spresiano.  “Una storia sfortunata quella della cagnolina Petra, salvata dall’Enpa dopo tre anni di maltrattamenti e poi adottata da una famiglia di Spresiano che però se l’è goduta soltanto pochi mesi”.

“Le esche avvelenate rappresentano una vera e propria piaga, i casi si contano a centinaia ogni anno, ci vorrebbe un Daspo che vietasse la caccia per 10 anni negli Atc (Ambiti territoriali di caccia) e Aziende faunistico-venatorie interessate, così come accade per le aree incendiate. Potrebbe essere un buon deterrente per stanare chi compie certi atti criminali”. Comportamenti, sottolinea, che sono puniti dal codice penale: “L’articolo 544-bis sanziona infatti l’uccisione di animali ‘per crudeltà o senza necessità’ e spargere polpette avvelenate rientra perfettamente tra le fattispecie penalmente rilevanti. Anche se l’animale si salva, a causa delle forti sofferenze inflitte dal veleno si configura comunque il reato di maltrattamento (articolo 544-ter), punibile con reclusione sino a 18 mesi. Se invece l’animale non solo soffre ma, come accaduto a Petra, muore dopo una lunga agonia, si avrà maltrattamento aggravato dalla morte, per il quale è previsto un aumento di pena”.

Leggi tutto: IN PRIMO PIANO, ANDREA ZANONI INFO

   

Pagina 6 di 35

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.