Martedì, Luglio 23, 2019
   
Text Size

Area Locale

MONTEPULCIANO

 

Valdichiana Living punta sull’innovazione con l’app e il widget dedicati al territorio

Il tour operator lancia una serie di applicazioni per conoscere le informazioni turistiche sulla Valdichiana Senese e facilitare le prenotazioni da parte delle strutture ricettive

Montepulciano – Un passo avanti ulteriore nell’innovazione del sistema turistico e nei servizi digitali offerti agli ospiti del territorio: queste le linee guida che hanno portato il tour operator Valdichiana Living, braccio operativo della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana, a investire nel lancio di una app e di un widget destinati a migliorare l’esperienza di viaggio dei turisti e facilitare le prenotazioni attraverso le strutture ricettive locali.

L’applicazione “Valdichiana Living” opera come una vera e propria guida turistica digitale, consultabile comodamente da dispositivi mobile (smartphone e tablet) e disponibile sui principali negozi digitali (App Store e Google Play); l’app è scaricabile gratuitamente e contiene tutte le informazioni multilingua essenziali per chi ha intenzione di pianificare un viaggio nel nostro territorio oppure è alla ricerca di nuove esperienze.

“Si tratta di uno strumento innovativo che ci consente di offrire ulteriori servizi agli ospiti del nostro territorio. – dichiara Doriano Bui, presidente della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese – Il turismo di oggi è sempre più digitale, dalla pianificazione del viaggio fino alla sua esperienza diretta, per questo motivo l’app di Valdichiana Living consentirà a tutti i turisti di vivere pienamente l’autenticità che questo territorio ha da offrire.”

Sono molteplici, infatti, le potenzialità offerte dall’app di Valdichiana Living: al suo interno è possibile prenotare le esperienze del tour operator, conoscere informazioni e orari di apertura di tutti i musei della Valdichiana Senese, scoprire gli eventi in programma attraverso un comodo calendario e acquistare i biglietti per il servizio bus “Valdichiana Gran Tour”. All’interno è inoltre disponibile una mappa del territorio in cui sono indicati i principali servizi: farmacie, aree attrezzate per i camper, bancomat e distributori di benzina. Una guida sempre aggiornata e a portata di mano, un punto informazioni digitale che permetterà a tutti gli ospiti che arrivano in Valdichiana Senese, che sia per qualche giorno o soltanto per qualche ora, di pianificare il viaggio e vivere al meglio le esperienze disponibili.

Parallelamente, sempre nell’ottica dell’innovazione turistica, Valdichiana Living ha predisposto anche un widget, ovvero uno strumento offerto gratuitamente agli operatori turistici dell’area e che può essere comodamente inserito all’interno dei rispettivi siti web. Attraverso la particolare interfaccia grafica, il widget potrà amplificare le attività di comunicazione e commercializzazione della Valdichiana Senese e rafforzare la rete di collaborazione tra gli uffici turistici e le strutture ricettive. In questo modo gli utenti potranno scoprire e prenotare le esperienze proposte da Valdichiana Living, fornendo ulteriori sinergie agli operatori turistici locali e nuove opportunità ai potenziali turisti.

Il widget può essere facilmente installato dal webmaster di riferimento degli operatori turistici del territorio che ne fanno richiesta. Attraverso il suo utilizzo è possibile aumentare il tempo di navigazione sul sito che lo ospita, personalizzare i tour e le esperienze preferite, fortificare la rete con il tour operator Valdichiana Living e facilitare la prenotazione di servizi aggiuntivi, nell’ottica di una sempre maggiore innovazione dell’offerta turistica.

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

Tel. +39 349 8358841 (Valentina)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.valdichianamedia.com


Ufficio Stampa
Valdichiana Media srl 
Piazza Nazioni Unite, 10 - 53049 Torrita di Siena (SI)

 

 

 

SAN CASCIANO DEI BAGNI

COMUNICATO STAMPA del: 22 luglio 2019

Ancora in piazza della Repubblica, a San Casciano dei Bagni, venerdì 26 luglio (ore 18)

La Terrazza”: secondo appuntamento con Cucinelli

Intervista di Paola Bottelli. Si parlerà di borghi, dell’Italia, del nuovo Rinascimento. Prossimamente: Osanna, Impacciatore e Aceto

SAN CASCIANO DEI BAGNI (SIENA) - “La Terrazza” torna venerdì 26 luglio con Brunello Cucinelli (ore 19,30) nel consueto, suggestivo scenario di piazza della Repubblica, a San Casciano dei Bagni. “I borghi, l’Italia, il nuovo Rinascimento” è il titolo di questo secondo appuntamento, dopo il grande successo dell’incontro con Carlo Cracco, intervistato da Federica Damiani. Questa volta, l’intervista pubblica sarà di Paola Bottell. Cucinelli è un personaggio emblematico, specie se rapportato a un territorio costellato da piccoli borghi, che punta mantenere servizi e qualità della vita, a sconfiggere l’isolamento dai grandi centri. Il noto imprenditore del cachemire, in questo senso, ha dato un grande esempio: ha restaurato il borgo umbro di Solomeo, dove ha creato una fabbrica “etica” e un parco al posto di capannoni industriali, aggiungendovi un monumento-tributo alla dignità dell’uomo. Di se stesso dice: «Era una persona perbene e ha amato la bellezza, questo vorrei scritto sulla mia tomba». Lo caratterizza un’umanità che trasferisce nel rapporto con i dipendenti (con i quali divide gli utili a fine anno) e non solo. Ad esempio, subito dopo il recente terremoto in Umbria, Cucinelli si è detto pronto a ricostruire il monastero annesso alla chiesa crollata di Norcia. Appena un anno fa, ha venuto il 6% delle sue azioni per donare 100 milioni in beneficenza. Ecco una personalità legata a valori profondi, gli stessi che la “Terrazza” vuole condividere con i residenti e gli ospiti della località termale. «Questo cartellone di iniziative – afferma il sindaco Agnese Carletti – è un utile contributo alla riflessione e alla crescita di una comunità. Ideato quando ero assessore, da sindaco sto facendo il possibile per farlo diventare un evento di rilievo non solo a livello locale. Intanto è nata un’associazione culturale a supporto, per contribuire a valorizzare il paesaggio, il vissuto locale e l’autenticità di un luogo che, per la sua bellezza e le storiche terme, è abituato a interagire con nomi importanti, ma vuole farlo in un modo costruttivo». Il titolo dell’iniziativa è un chiaro omaggio al celebre film di Ettore Scola, ma anche la metafora della piazza principale del paese, che poi è un grande affaccio verso i confini umbri e laziali, dall’ultimo scampolo di Toscana.

Sabato 3 agosto (ore 18) il terzo evento con Lorenza Foschini, nota giornalista Rai che intervista Massimo Osanna, direttore del Parco archeologico di Pompei. Il tema: «un nuovo modello di turismo culturale è possibile?». Lunedì 5 agosto (ore 21), l’argomento della seduzione (e dei relativi “problemi”) sarà affrontato dall’attrice Sabrina Impacciatore, nell’incontro con Riccardo Romani, film-maker e scrittore. Sabato 10 agosto (ore 18) si parlerà della «vita di Aceto, tra mito e leggenda» direttamente con il celebre fantino del Palio, al secolo Andrea De Gortes, intervistato da una giornalista che di Palio si è occupata a lungo per la Rai, Susanna Petruni. La manifestazione, organizzata dall’Associazione culturale La Terrazza in collaborazione con il Comune, ha il sostegno del prestigioso Hotel Fonteverde di San Casciano Bagni, conosciuto nel mondo per la Spa termale e le 42 sorgenti, e del Consorzio di operatori turistici Terre e Terme. Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 

ANDREA ZANONI VICEPRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTALE INFORMA

 

Zanoni (PD): “La legge ordinamentale è una gigantesca deroga a tutte le leggi. È la riscossa della betoniera per un Veneto Cemento 2.0, Colline del Prosecco incluse”

 

Venezia, 18 luglio 2019

“Adeguamento ordinamentale suona più rassicurante, deregulation assoluta doveva essere il vero nome. Il Pdl 376, infatti, prevede una infinità di deroghe e modifiche a troppe leggi. Urbanistiche, territoriali, paesaggistiche, sulle cave, equitazione, allevamenti intensivi, liquami, chioschi di vendita, trasporto di natanti, sulla trasparenza, sui controlli: non si salva niente, con gravi ripercussioni anche sulla partecipazione di enti locali e cittadini”. È netto e negativo il parere di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente sul Pdl 376 approvato mercoledì sera dall’assemblea di Palazzo Ferro Fini. 

“Il consumo zero di suolo è diventato un vecchio e sbiadito ricordo, con queste norme si consente la cementificazione di milioni di metri cubi in deroga, è la riscossa della betoniera. È come se avessimo approvato un nuovo Piano casa, ma nel disordine e nell’anarchia più assoluta, è una norma astrusa che sicuramente genererà gravi conflitti in tutto il territorio a causa di questa miriade di fabbricati in deroga, con impatti particolarmente pesanti nelle aree agricole. È una legge che nei prossimi 20 anni ci lascerà un Veneto devastato”, la dura accusa di Zanoni. “Come se non bastasse, vengono diminuiti i percorsi di trasparenza e partecipazione nella costruzione e nella valutazione dei provvedimenti e i controlli sono resi più complicati”. 

Ma il vicepresidente della commissione Ambiente si concentra in particolare sugli effetti nell’area delle Colline del Prosecco, riconosciute da poco Patrimonio dell’Umanità Unesco. “Grazie all’articolo 12 bis, introdotto all’ultimo minuto con un emendamento il giorno stesso della discussione in aula, avremo una vera e propria colata di cemento. È stato un vero e proprio blitz che ha consentito alla Lega di bypassare le procedure che prevedono una lunga discussione del progetto di legge in Commissione con le relative audizioni delle parti interessate, uno schiaffo alla democrazia, alla partecipazione e alla trasparenza”, denuncia Zanoni. “Sarà consentita la trasformazione dei vari pollai, ricoveri per attrezzi, stalle, fienili, catapecchie esistenti in zona agricola in piccoli alberghetti diffusi nell’area tutelata delle Colline del Prosecco. Questa norma è stata pensata per l’area Unesco, come ha confermato in aula l’assessore Caner, ma così come scritta, potrebbe interessare l’intero Veneto. Sarà la Giunta a stabilire l’elenco dei Comuni interessati e inserire eventuali paletti. È una vera contraddizione, un attacco all’Unesco: si tratta di un’area che doveva essere preservata e tutelata soprattutto nel suo aspetto paesaggistico e che invece verrà gravemente sconvolta con la realizzazione, addirittura in deroga a tutti gli strumenti urbanistici e territoriali e ai regolamenti edilizi comunali, di edifici nuovi. In teoria ogni stalla può diventare casa, il valore di un fabbricato da pochi euro, potrà schizzare fino a 300.000 euro e oltre. Un’altra incongruenza è la previsione del mancato cambio della destinazione d’uso. Quindi, catastalmente parlando, ci saranno migliaia di turisti che dormiranno in fienili, stalle e pollai, una barzelletta, una follia! Probabilmente ci sono pure degli aspetti di incostituzionalità”.

“Questi edifici, inoltre, non saranno soggetti al pagamento del contributo di costruzione e potranno essere ampliati sino a 120 metri cubi. È ovvio che ciò comporterà anche consumo di suolo dato che il divieto è presente solo nella relazione dell’emendamento, carta straccia. Nel testo della legge al comma 6 risulta invece chiaro che le nuove strutture andranno in deroga proprio a quella sul consumo di suolo. Il tutto si potrà fare potenzialmente in una dozzina di comuni Unesco che coprono  circa 10.000 ettari. Le stime degli esperti parlano di oltre un migliaio di edifici potenziali candidati, quindi nei prossimi anni questo Patrimonio dell’Umanità potrebbe trasformarsi un mega cantiere diffuso con un via vai di betoniere e furgoni. Sono convinto che chi ha dato il riconoscimento Unesco a tutto avrebbe pensato tranne che a un’enorme colata di cemento”.

 

 

ANDREA ZANONI VICEPRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTALE INFORMA

 

Zanoni (PD): “La legge ordinamentale è una gigantesca deroga a tutte le leggi. È la riscossa della betoniera per un Veneto Cemento 2.0, Colline del Prosecco incluse”

 

Venezia, 18 luglio 2019

“Adeguamento ordinamentale suona più rassicurante, deregulation assoluta doveva essere il vero nome. Il Pdl 376, infatti, prevede una infinità di deroghe e modifiche a troppe leggi. Urbanistiche, territoriali, paesaggistiche, sulle cave, equitazione, allevamenti intensivi, liquami, chioschi di vendita, trasporto di natanti, sulla trasparenza, sui controlli: non si salva niente, con gravi ripercussioni anche sulla partecipazione di enti locali e cittadini”. È netto e negativo il parere di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente sul Pdl 376 approvato mercoledì sera dall’assemblea di Palazzo Ferro Fini. 

“Il consumo zero di suolo è diventato un vecchio e sbiadito ricordo, con queste norme si consente la cementificazione di milioni di metri cubi in deroga, è la riscossa della betoniera. È come se avessimo approvato un nuovo Piano casa, ma nel disordine e nell’anarchia più assoluta, è una norma astrusa che sicuramente genererà gravi conflitti in tutto il territorio a causa di questa miriade di fabbricati in deroga, con impatti particolarmente pesanti nelle aree agricole. È una legge che nei prossimi 20 anni ci lascerà un Veneto devastato”,

Leggi tutto: ANDREA ZANONI VICEPRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTALE INFORMA

 

ANDREA ZANONI VICEPRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTALE INFORMA

 

Comunicato stampa
 

Zanoni (PD): “La legge ordinamentale è una gigantesca deroga a tutte le leggi. È la riscossa della betoniera per un Veneto Cemento 2.0, Colline del Prosecco incluse”

 

Venezia, 18 luglio 2019

“Adeguamento ordinamentale suona più rassicurante, deregulation assoluta doveva essere il vero nome. Il Pdl 376, infatti, prevede una infinità di deroghe e modifiche a troppe leggi. Urbanistiche, territoriali, paesaggistiche, sulle cave, equitazione, allevamenti intensivi, liquami, chioschi di vendita, trasporto di natanti, sulla trasparenza, sui controlli: non si salva niente, con gravi ripercussioni anche sulla partecipazione di enti locali e cittadini”. È netto e negativo il parere di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente sul Pdl 376 approvato mercoledì sera dall’assemblea di Palazzo Ferro Fini. 

“Il consumo zero di suolo è diventato un vecchio e sbiadito ricordo, con queste norme si consente la cementificazione di milioni di metri cubi in deroga, è la riscossa della betoniera. È come se avessimo approvato un nuovo Piano casa, ma nel disordine e nell’anarchia più assoluta, è una norma astrusa che sicuramente genererà gravi conflitti in tutto il territorio a causa di questa miriade di fabbricati in deroga, con impatti particolarmente pesanti nelle aree agricole. È una legge che nei prossimi 20 anni ci lascerà un Veneto devastato”, la dura accusa di Zanoni. “Come se non bastasse, vengono diminuiti i percorsi di trasparenza e partecipazione nella costruzione e nella valutazione dei provvedimenti e i controlli sono resi più complicati”. 

Leggi tutto: ANDREA ZANONI VICEPRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTALE INFORMA

 

CHIANCIANO TERME

 

La corale chiancianese si esibisce nella rassegna

 

“Chianciano Terme da

 

Vivere”

 

Appuntamento venerdì 19 luglio in piazzetta Iris Origo per l'esibizione del gruppo della corale chiancianese nell'ambito della rassegna estiva

 

Chianciano Terme – Settimana ricca di iniziative per la rassegna estiva “Chianciano Terme da Vivere” che anima i luoghi della cittadina termale con tante occasioni di intrattenimento. Dopo il ritorno dello spettacolo di improvvisazione teatrale dell'associazione “Voci e Progetti” di martedì 16 luglio e la serata danzante di giovedì 18 luglio con “Manuel e Gaia” al Salone Nervi del Parco Acquasanta, venerdì 19 luglio sarà la volta della Corale Chiancianese, con una serata a ingresso libero all'insegna della musica.

Il gruppo della Corale Chiancianese nacque nel 1990 nella cittadina termale per volere di Don Carlo Sensani e conta oggi circa cinquanta elementi. Accompagnato nella parte strumentale da un ensemble di sette elementi, propone un vasto repertorio che spazia dal genere operistico a quello popolare, dai testi di musica sacra a quelli di musica d'autore. Il gruppo è guidato dal Maestro Luca Morgantini, direttore artistico dell'Istituto Bonaventura Somma, ed è composto da un gruppo di persone tra i venti e gli ottant'anni, accomunati dalla passione per il canto.

L'evento si svolgerà alle ore 21:15 nella piazzetta Iris Origo, in zona Macerina e verrà replicato il 12 agosto e il 4 settembre.  Fa parte di “Chianciano Terme da Vivere”, una rassegna di trentanove spettacoli che accompagnerà i visitatori fino al mese di ottobre attraverso iniziative in vari luoghi della città termale. La musica del Grupo Compay Segundo del Buena Vista Social Club, di Zastava Orkestra e di Musica Nuda farà da colonna sonora dell’estate chiancianese. L’organizzazione della rassegna è curata dalla Combo Produzioni, per conto dell’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, e vede il coinvolgimento di Terme di Chianciano, Centro Commerciale Naturale, Associazione Albergatori Chianciano Terme e Proloco di Chianciano Terme per la creazione di cartellone eventi unico per la stagione estiva.

Combo Produzioni

Largo Siena 3

Chianciano Terme

www.comboproduzioni.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

Tel. +39 349 8358841 (Valentina)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.valdichianamedia.com


Ufficio Stampa
Valdichiana Media srl 
Piazza Nazioni Unite, 10 - 53049 Torrita di Siena (SI)

 

 

   

MONTEPULCIANO

 

Inaugurazione sabato 20 luglio alle 17:00

Al Museo Civico Pinacoteca Crociani, di Montepulciano, “Leggere”,
una mostra personale del fotografo Claudio Montecucco

I lettori, ripresi inconsapevolmente mentre leggono un libro, diventano il tramite
tra il libro stesso e il mondo circostante

 

 

Sarà inaugurata sabato 20 luglio, alle 17:00, al Museo Civico Pinacoteca Crociani di Montepulciano, la mostra personale del fotografo perugino Claudio Montecucco. Il titolo della mostra è “Leggere” e di fatto è un progetto che va avanti da quasi 15 anni, quindi in continuo divenire, che vede immortalate delle persone, inconsapevoli di essere riprese, nel momento in cui leggono un libro.

Posture diverse, luoghi diversi e lontani fra loro in Italia e nel mondo, probabilmente libri diversi, visto che l’accenno di un sorriso o una grande concentrazione possono in qualche modo rivelare i sentimenti che questi lettori provano durante la lettura di certe pagine: tutti sono accomunati dall’atto intimo e personalissimo della lettura, e della lettura questi sconosciuti protagonisti sono promotori emozionati ed emozionanti.

 

Claudio Montecucco ha già collaborato con alcune gallerie d’arte e ha esposto le sue opere sia in Italia che all’estero nel quadro di eventi espositivi importantissimi, come “Fotofever”, tenutosi all’interno del Museo del Louvre di Parigi nel 2015.

 

“Quando ci vengono proposti dei progetti oggettivamente validi e di indiscutibile valore culturale, il nostro museo si apre senza problemi anche alle moderne tecniche artistiche espressive” – così Lucia Rosa Musso, assessore alla Cultura del Comune di Montepulciano  - “Ancora una volta il Museo Civico Pinacoteca Crociani si rivela vivo e vitale arricchendo l’offerta culturale della città con un evento espositivo di rilevanza internazionale”.

 

Fino al 30 settembre la mostra sarà visitabile ogni giorno, alle 10 alle 19, escluso il martedì.
Info www.museocivicomontepulciano.it.

 

 

 

                                                                                                          Ufficio Stampa

17 luglio 2019

 

   

CHIANTI FESTIVAL 2019

 

Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Comune di Castelnuovo Berardenga - Comune di Gaiole in Chianti - Comune di Castellina in Chianti

 


 

 

 

GAIOLE IN CHIANTI – Piazza Ricasoli

 

 

mercoledì 17 luglio ore 21.30

 

OUT

Il clown volante

creazione Marco Mannucci

collaborazione alla regia Adrian Schwarstein

con Marco Mannucci, Massimiliano Ferrari

coproduzione Fossano Mirabilia/Antitesi Teatro Circo

ingresso libero

 
 

Con echi lontani che richiamano le visioni sospese di Chagall, Marco Mannucci e Massimiliano Ferri portano in scena, mercoledì 17 luglio (ore 21.30), nella piazza Ricasoli di Gaiole in Chianti, OUT. Il clown volante, spettacolo di circo e teatro liberamente ispirato a Bella Rosenfeld e Marc Chagall per sfiorare in volo la poesia dell'amore e del sogno.

Un nuovo appuntamento del Chianti Festival, la rassegna progettata da Fondazione Toscana Spettacolo onlus con i comuni di Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti e Castellina in Chianti.

 

MATTATOIO SOSPESO è una compagnia volante fondata da Marco Mannucci nel 2006 che, di volta in volta, si avvale dell’incontro di altri artisti. Arrampicata, acrobazia, teatro di strada, circo e la poetica del non ordinario alcuni dei principali ingredienti. Il sospeso, la sospensione sono il non-luogo dove si annulla la gravità. Questo trasporta il pubblico e l’architettura oggetto di spettacolo in un’altra dimensione. La dimensione onirica dove tutto può accadere, non ci sono più regole: si vola, si sogna ad occhi aperti.

 

info

Comune di Castelnuovo Berardenga

Ufficio cultura tel. 0577 351345

toscanaspettacolo.it

facebook.com/Chiantifestival

 

   

VIVI FORTEZZA INFO

 

Il lungo weekend musicale di Vivi Fortezza

Dal 18 al 20 luglio, sul palco principale della Fortezza Medicea si alterneranno il jazz di Glenn Ferris, la canzone d’autore di Edda e il gospel elettronico dei Vocal Blue Trains

Mancano pochi giorni alla rassegna Live positive nella Fortezza Medicea di Siena. Il main stage di Vivi Fortezza ospiterà il jazz del Glen Ferris Italian Quintet giovedì 18, la canzone d’autore di Edda venerdì 19 e il gospel elettronico dei Vocal Blue Trains sabato 20.

A inaugurare la rassegna giovedì sarà il Glenn Ferris Italian Quintet, guidato dal grande trombonista jazz Glenn Ferris. L’evento è organizzato in collaborazione con il Siena Jazz. Prima e dopo il concerto, Alan Griffin proporrà un dj set dedicato alla musica “black”.

Il giorno dopo sarà Edda, il tormentato cantautore già nei Ritmo Tribale, a salire sul palco del piazzale di Fortezza. Il suo concerto sarà preceduto dall’esibizione di un talento della musica alternativa senese, Andrea Tabacco.

Per la chiusura di sabato 20 saranno le armonie dei Vocal Blue Trains a riempire lo spazio di Vivi Fortezza. Il gruppo è un coro polifonico che sposa l'impronta corale del gospel al repertorio rock su basi di chiaro stampo elettronico. A seguire, ci sarà il dj set de La Combriccola del Disco.

Tutti i concerti inizieranno alle 22 e saranno a ingresso gratuito. Per tutti i tre giorni, e pure domenica 21, l’hamburgeria Buongusto proporrà, dalle 19 alla notte, i suoi gustosi panini sul bastione San Domenico.

La rassegna sarà preceduta mercoledì 17 da un altro appuntamento da non perdere. Sul bastione San Domenico si uniranno due culture apparentemente distanti, quella della cugina giapponese e del jazz. Dalle 19 il Sushibar di Siena proporrà un aperitivo a base di nigiri, uramaki, maki e tempura, il tutto accompagnabile da un buon bicchiere di Franciacorta. Alle 20 inizierà invece il concerto di Francesca Gaza, artista innovativa che coniuga la tradizione jazzistica con tocchi elettronici contemporanei.

GLENN FERRIS ITALIAN QUINTET

Il gruppo ha suonato per la prima volta insieme nel 2015 in occasione del Volterra Jazz Festival.

Il band leader è il trombonista americano Glenn Ferris. Oltre ad aver lavorato con jazzisti del calibro di Don Ellis e Steve Lacy, si è cimentato anche nel rock e nel pop con Frank Zappa, Tim Buckley, Stevie Wonder, James Taylor, Duran Duran e altri.
Il Glenn Ferris Italian Quintet vede in organico anche talentuosi musicisti italiani: Mirco Mariottini (clarinetti), Giulio Stracciati (chitarra), Franco Fabbrini (bassi), Paolo Corsi (batteria e percussioni).

Nel 2018 è uscito il primo album del gruppo, “Animal love”, che contiene sette composizioni originali e una rivisitazione dello standard jazz St. James Infirmary.

EDDA

Edda, all’anagrafe Stefano Rampoldi, nasce artisticamente alla fine degli anni ’80 come cantante dei Ritmo Tribale, storica band seminale nel mondo del rock italiano, con cui ha realizzato cinque dischi e centinaia di concerti. Poi sparisce.

Ritorna sulle scene nel 2009 con l’album “Semper Biot”, prodotto da Taketo Gohara. Un debutto scarno e lancinante, un diario intimo che sa di doloroso miracolo. “Semper Biot” viene candidato al Premio Tenco come “miglior esordio dell’anno”.

Il 2012 è l’anno di  “Odio i vivi”, un album più denso e ricco dal punto di vista degli arrangiamenti, costituito dalla sperimentazione orchestrale. Viene candidato nuovamente al Premio Tenco, questa volta nella sezione “Miglior disco dell’anno”.

2014: esce “Stavolta come mi ammazzerai?”, l’album rock della sua carriera solista. Prodotto da Fabio Capalbo, è il lavoro che consacra Edda come uno dei più significativi cantautori italiani.

Dopo “Graziosa Utopia” del 2017, lo scorso febbraio è uscito “Fru Fru”, il quinto album solista di Edda. L’opera registra toni più spensierati e leggeri rispetto al passato.

VOCAL BLUE TRAINS

I Vocal Blue Trains sono un gruppo vocale di trentasette membri, fondato e diretto da Alessandro Gerini. Una realtà poliedrica che sposa l'impronta corale del gospel e della polifonia tradizionale con le moderne sonorità della musica elettronica e dell’ambient house.

In tre anni hanno attirato attenzione a livello nazionale e internazionale, grazie a importanti collaborazioni con artisti come Paul Phoenix (King’s Singers), Gigi Proietti, Neri Marcorè, Sergio Sylvestre, Modà ed Equipe84.

Il progetto conta oltre 60 concerti in Italia, Europa e Asia, e vanta prestigiose partecipazioni ad alcuni tra i più importanti festival internazionale.

Vivi Fortezza 2019, che si svolge dal 4 giugno al 30 settembre, è un modo per valorizzare l’area nel suo complesso. Oltre allo spazio principale del piazzale interno, tanti appuntamenti prenderanno vita sotto il loggiato, sui viali e sul bastione San Domenico. L’obiettivo, indicato dall’assessorato al turismo del Comune di Siena, è quello di far diventare la Fortezza Medicea un polo di svago e di relax per i fruitori di tutte le età. Il programma è realizzato dall’associazione Propositivo (Pro +) in collaborazione con tante realtà del panorama culturale, musicale e sportivo sia nazionale che del territorio.

Le rassegne principali della manifestazione sono sei: musica, arte&cultura, sport&wellness, food&fiere, bambini e cinema.

Durante Vivi Fortezza 2019 saranno presenti punti di somministrazione bevande e di ristoro nel piazzale e sul bastione San Domenico, dove sarà possibile, in orari serali, bere un aperitivo in compagnia.

I PARTNER DI VIVI FORTEZZA 2019

Nuovo Cinema Pendola, Siena Jazz, Accademia Musicale Chigiana, Università degli Studi di Siena, Siena International Photo Award, la rivista Internazionale, Decathlon, Radio Siena TV, Pianigiani Rottami, Extempora, Mondadori Siena, Accademia del Fumetto.

INFO

Pagina Facebook: Vivi Fortezza 2019

Twitter: Vivi Fortezza (@ViviFortezza)

Instagram: Vivi Fortezza

Sito web: www.vivifortezza.it

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ufficio stampa Vivi Fortezza 2019

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

   

COMUNICAZIONE EVENTI AIL

Aviano , 14 luglio 2019, Santuario Madonna del Monte .

 
Si è  svolta , nel nuovissimo e rinnovato porticato del Santuario Madonna del Monte di Aviano, la tradizionale  Festa delle Famiglie Insieme,  in ricordo del mai dimenticato  Bruno Ros.
 
Un momento di grande coesione e partecipazione familiare che di anno in anno raccoglie entusiastiche partecipazioni sia alla Messa ma pure al pranzo solidale con annessa lotteria e intermezzo informativo e comunicativo da parte del Presidente Aristide Colombera. 
 
Graditissimi ospiti come in tante altre occasioni , il Dott. Roberto Dall'Amico  ( primario Pediatria  Ospedale Civile di Pordenone) con l assistente Fedora Nascimben e la Dott.ssa Mariagrazia Michieli ( Cro di Aviano) che sono intervenuti presentando e illustrando i risultati concreti della collaborazione con AIL.
 
In rappresentanza del Comune di Sacile con i saluti del Sindaco Carlo Spagnol,  Maria Teresa Biason, mentre sono giunti , molto apprezzati anche i complimemti partecipativi del Senatore Luca Ciriani e del Sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani.
 
Stefano Boscariol Responsabile Comunicazione Eventi AIL 
Ufficio Stampa AIL PORDENONE

 

   

CHIANCIANO TERME INFO

 

Federalberghi: “Per la Ribussolaia serve un impegno da parte di tutte le amministrazioni comunali”

 

L’Associazione Albergatori Chianciano Terme chiede un intervento da parte di tutta la Valdichiana senese per la riapertura del viadotto Ribussolaia sulla SS146

 

 

CHIANCIANO TERME – L’Associazione Albergatori – Federalberghi Chianciano Terme chiede un impegno concreto da parte di tutte le amministrazioni comunali e un’azione in sinergia da parte di tutto il territorio per la riapertura del viadotto Ribussolaia sulla SS146, un’opera strategica per la viabilità non solo di Chianciano Terme, ma di tutta la Valdichiana senese.

 

“La Ribussolaia non è soltanto un’infrastruttura essenziale per Chianciano Terme – spiega il Presidente Daniele Barbetti – si tratta di un’opera di interesse strategico per la viabilità di tutto il nostro territorio, sia per i residenti che per i turisti. La chiusura del viadotto ha provocato un forte disagio nella viabilità urbana della cittadina termale, con l’incremento del traffico nelle vie interne e la difficoltà da parte dei turisti di raggiungere le rispettive destinazioni.”

 

Il viadotto Ribussolaia, sulla strada statale 146, è infatti chiuso da circa un anno perché ha bisogno di interventi di consolidamento. Sono emersi tredici punti di criticità di tipo funzionale e strutturale, per cui sono necessarie cospicue risorse per un intervento di consolidamento, in modo da evitare la più complessa e onerosa opera di smontaggio, demolizione e successiva ricostruzione.

 

“La ricerca di soluzioni e risorse per la messa in sicurezza della Ribussolaia non può essere demandata unicamente all’amministrazione comunale di Chianciano Terme – continua il Presidente Daniele Barbetti – Dal momento che si tratta di un’opera essenziale per la viabilità del nostro territorio, che aumenta notevolmente anche i tempi di percorrenza per raggiungere l’ospedale di Nottola, è necessario un intervento congiunto da parte di tutte le amministrazioni comunali limitrofe. Auspichiamo quindi che il percorso politico-amministrativo possa portare nel più breve tempo possibile alla riapertura di un’arteria stradale fondamentale per l’intero comprensorio.”

 

 

 

Associazione Albergatori - Federalberghi Chianciano Terme

Via G.Sabatini n.7, 53042Chianciano Terme (SI)

Tel: 0578/659326

Fax: 0578/659350

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.chiancianoterme.federalberghi.it

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

CHIANCIANO TERME INFORMA

 

A Chianciano Terme torna il teatro di “Voci e Progetti” con “Impro Jazz

 

Theater”

 

Nuovo appuntamento per martedì 16 luglio con “Impro Jazz Theater”, il divertente spettacolo di improvvisazione teatrale a cura dell'associazione “Voci e Progetti”

 

Chianciano Terme – Prosegue senza sosta la rassegna di eventi estivi dal titolo “Chianciano Terme da Vivere” che sta animando la cittadina termale già da alcune settimane. Il prossimo appuntamento è fissato per martedì 16 luglio alle ore 21:30 con il ritorno sulla scena dell'associazione culturale chiancianese “Voci e Progetti” che porterà un nuovo spettacolo di improvvisazione teatrale dal titolo “Impro Jazz Theater” presso  giardinetti del Parco Braille, tra Viale Roma e la Macerina.

Si tratta di uno spettacolo dove musica e teatro si mescolano per dare vita a una performance irripetibile di improvvisazione teatrale. Una semplice ispirazione carpita al pubblico darà il via a una storia stra-ordinaria nella quale faranno le loro apparizioni altre storie, personaggi, immagini che, quasi fossero assoli tipici della musica jazz, prenderanno vita per un tempo per poi tornare nella melodia principale. Lo spettacolo, per la regia di Renato Preziuso e con la partecipazione straordinaria dell'attore Omar Argentino Galvan, è a ingresso libero.

“Impro Jazz Theater” è messo in scena dall'associazione “Voci e Progetti”, nata nel 1994 a Chianciano Terme per contribuire ad animare la vita culturale del paese, che nel corso di venticinque anni di attività è riuscita a diventare una compagnia di teatro di improvvisazione. Al suo interno sono presenti attori professionisti, che tornano nel luogo d'origine per offrire una serie di eventi tutti diversi tra loro, una serie di quattro spettacoli che animeranno la cittadina di Chianciano Terme e permetteranno di far conoscere tutte le particolarità del teatro di improvvisazione.

Anche questo evento fa parte di “Chianciano Terme da Vivere”, una rassegna di trentanove spettacoli che accompagnerà i visitatori fino al mese di ottobre attraverso iniziative in vari luoghi della città termale. La musica del Grupo Compay Segundo del Buena Vista Social Club, di Zastava Orkestra e di Musica Nuda farà da colonna sonora dell’estate chiancianese. L’organizzazione della rassegna è curata dalla Combo Produzioni, per conto dell’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, e vede il coinvolgimento di Terme di Chianciano, Centro Commerciale Naturale, Associazione Albergatori Chianciano Terme e Proloco di Chianciano Terme per la creazione di cartellone eventi unico per la stagione estiva.

Combo Produzioni

Largo Siena 3

Chianciano Terme

www.comboproduzioni.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

COMUNE DI MONTEPULCIANO UFFICIO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

Riconoscimenti all’orchestra, ai gruppi da camera ed ai solisti
La Scuola Media Pascoli fa incetta di premi nei concorsi musicali 2018 - 2019
In Toscana lo studio della musica a scuola diventa tappa verso il Conservatorio

La musica non va in vacanza. Anzi, per molti che la eseguono, soprattutto per i più giovani, è sinonimo di relax e di svago e rappresenta un’occasione in più per stare insieme e condividere momenti di piacere. Mentre a Montepulciano prende il via la 44.a edizione del Cantiere Internazionale d’Arte, non appare dunque “fuori tempo” il bilancio veramente lusinghiero della partecipazione della Scuola Media “Pascoli”, durante l’anno scolastico 2018 – 2019, ad alcuni concorsi musicali.

Si è trattato di una presenza particolarmente massiccia proprio per la valenza formativa che i concorsi rivestono rispetto a quella competitiva. Gli studenti, che affrontano a 14 anni il loro primo grande scoglio dell’esame di stato, hanno così l’opportunità di “prepararsi” anche alla gestione delle proprie emozioni, esibendosi in pubblico e davanti ad una giuria.

Quattro i concorsi a cui la Pascoli, scuola ad indirizzo musicale facente parte dell’Istituto Comprensivo “Iris Origo”, ha partecipato.

Al “Ciro Pinsuti” di Sinalunga l’orchestra ha vinto il primo premio assoluto, con borsa di studio, mentre allo “Zangarelli” di Città di Castello la stessa formazione si è classificata seconda. Sempre nella città umbra, gli studenti di 1.a, 2.a e 3.a delle classi di chitarra, clarinetto, flauto e pianoforte, che si sono presentati come solisti e in formazioni cameristiche (quali duo, trio, quintetto e settimino) si sono complessivamente aggiudicati 9 primi premi, 7 secondi, 3 terzi e 2 quarti.
Al concorso “Città di San Vincenzo” la Pascoli ha raccolto un primo premio assoluto con borsa di studio e cinque primi premi, undici secondi ed un terzo.
Infine, al concorso “Calcit” di Arezzo, la media di Montepulciano si è aggiudicata due primi premi, quattro secondi, tre terzi e cinque quarti e, in virtù di questi risultati, anche il premio come miglior scuola.

In totale gli studenti della Pascoli hanno quindi portato a casa diciotto primi premi, ventitrè secondi, sette terzi e sette quarti: un bilancio, come detto, veramente eccezionale.

Grande dunque la soddisfazione della dirigente scolastica, Prof.ssa Silvia Tegli, e del gruppo di docenti composto da Luca Morgantini, Direttore dell’orchestra, e da Giampiero Allegro (professore di clarinetto), Alessandro Bruni (professore di chitarra), Rita Mezzetti Panozzi (professoressa di pianoforte) e Luca Vanneschi (professore di flauto).

“Normalmente ai concorsi si portavano i migliori allievi. Invece, rispetto agli anni passati – spiegano gli insegnanti –, abbiamo coinvolto un numero molto maggiore di ragazzi proprio per offrire a tutti l’opportunità di fare i conti con l’emozione e la paura: un ottimo allenamento per fortificarsi e prepararsi ad affrontare le sfide della scuola e della vita”.

Grazie al progetto Toscana Musica, approvato dall’Ufficio Scolastico Regionale (unico in Italia), anche la media Pascoli di Montepulciano entra poi nel percorso professionalizzante messo a disposizione di chi voglia continuare lo studio “serio” della musica. Il provvedimento costruisce un curricolo verticale che dalle Elementari può portare direttamente al Conservatorio; anche le scuole medie ad indirizzo musicale diventano quindi un tassello importante per garantire lo studio della musica nell’ambito dell’istruzione pubblica.

12 luglio 2019

   

LICEI POLIZIANI

 

Licei Poliziani, ecco le eccellenze della maturità 2019

Sono 18 gli studenti dei Licei Poliziani che si sono diplomati con 100 e in 3 possono vantare, insieme al massimo risultato, anche la lode. Con questi risultati i Licei Poliziani confermano, in fatto di risultati, il trend positivo degli scorsi anni, rappresentando l’eccellenza scolastica del territorio

LICEI POLIZIANI - Esami conclusi e risultati finali pubblicati, anche la maturità 2019 è stata archiviata e per gli studenti dei Licei Poliziani si può dire aperta ufficialmente la stagione estiva. Quella del 2019 sarà sicuramente ricordata come la maturità ‘riformata’, con due soli scritti e l’orale con l’insidia della busta degli argomenti.

Il bilancio dei Licei Poliziani è comunque positivo, gli studenti si sono dimostrati molto bravi e preparati e hanno affrontato le prove con molta precisione e tenacia, andando a confermare il trend positivo degli scorsi anni che ha visto molti alunni raggiungere ottimi risultati.

18, in tutto, gli studenti che hanno ottenuto il famigerato 100 e in 3 hanno conquistato anche la lode. I tre studenti che possono vantare, tra un tuffo e l’altro, la lode che accompagna il voto massimo sono: Alfea Renzini della 5^A Liceo delle Scienze Umane, Niccolò Picchiarelli della 5^A Liceo Scientifico e Garavelli Giacomo 5^AB del Liceo Scientifico.

Mentre gli studenti che si sono diplomati con 100 sono: Corso Durando, Giorgina Nardi e Santini Giada della 5^A del Liceo Classico; Gioele Benocci della 5^AB del Liceo Scientifico, Giulio Benedetti, Matteo Caldi, Alessia Canestrelli e Giacomo Margheriti della 5^AC del Liceo Scientifico; Emma Bernardini della 5^A, Angelica Iacomini e Martina Terziani della 5^B del Liceo della Scienze Umane; Viola Biancolini della 5^CD e Agnese Bagnasco, Rebecca Della Lena e Tania Melone della 5^DE del Liceo Linguistico.

“Anche quest’anno dai Licei Poliziani sono usciti molti studenti con il massimo dei voti.  Questi risultati non altro che motivo d’orgoglio, non solo per gli studenti e per le loro famiglie, ma per tutta la nostra scuola e per tutto il corpo docente che durante l’anno ha preparato i ragazzi ad affrontare le prove in maniera eccellente ed esemplare. Con questi risultati, i Licei Poliziani rappresentano, sicuramente, l’eccellenza scolastica del nostro territorio” – è il commento del dirigente scolastico Marco Mosconi che, augurando buone vacanze a tutti, rinnova i suoi complimenti a tutti i ragazzi appena diplomati.


I.I.S.S. A. Poliziano

Via S.Martino 14b, 53045 Montepulciano (SI)

Tel: 0578/758228

Fax: 0578/717081

Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://sito.liceipoliziani.com/

 

   

CHIANCIANO TERME INFO

 

Festa della Musica di Chianciano Terme: presentata la 20esima edizione

Dal 24 al 28 luglio torna il festival musicale al Palamontepaschi e al Parco Fucoli, organizzato dall'associazione giovanile E20

Chianciano Terme – Giunge alla 20° edizione la Festa della Musica di Chianciano Terme, un festival ormai storico per la cittadina termale, caratterizzato da concerti a ingresso gratuito, stand gastronomici dedicati ai prodotti tipici toscani e cinque giorni di divertimento all’interno del Parco Fucoli.  Quest'anno la festa si terrà da mercoledì 24 a domenica 28 luglio, nel consolidato contesto che vede il Palamontepaschi come il palco adatto per l’esibizione dei gruppi in cartellone. L'edizione è stata presentata nella sala Barile del Consiglio Regionale della Toscana nel pomeriggio di mercoledì 10 luglio.

Il programma completo del festival. Mercoledì 24 luglio, come ormai d'abitudine, si comincia con gli artisti a chilometro zero, per valorizzare le esperienze musicali locali. Aprono le danze i Fred-A-Sterro, un power trio composto da voce, basso e batteria; si prosegue poi con Splash, rapper della crew Toscana Sud, per chiudere con i Known Physics, band di genere crossover alternativo proveniente da Castiglione del Lago.

Giovedì 25 luglio l'headliner sarà Luchè, pseudonimo del rapper napoletano Luca Imprudente: ha iniziato la carriera come rapper e producer del duo napoletano CoSang, e lo scorso anno è uscito l’album della consacrazione “Potere”, certificato dal disco d’oro della FIMI.; prima di lui sul palco JM, cantautore umbro che presenta il primo album dal titolo “Uno”, mentre a chiudere la serata saranno gli Angry Roosters, un duo che unisce suoni psichedelici vibranti a percussioni tribali

Venerdì 26 luglio sarà la volta degli Osaka Flu, band di genere alternative/punk/garage originaria di Arezzo, per una serata che si promette scoppiettante, chiusa dal dj set di Dave En Nutarelli & Paul Menzies Mazzuoli che promette di far ballare tutto il Palamontepaschi. Piatto forte della serata, le sonorità dei francesi Deluxe, nati musicalmente a Aix-en-Provence, il quintetto ha saputo creare un groove che li ha portati all’apice del successo in Francia. Il loro stile è un misto di swing, hip hop, jazz e funk che promette di far divertire tutti.

Sabato 27 luglio riflettori accesi sui Sud Sound System, il gruppo salentino che da oltre vent'anni esporta raggamuffin e dancehall uniti a ballate di pizzica e tarantella. Prima di scatenarsi al ritmo delle atmosfere salentine, verremo introdotti dalle sonorità stoner rock della band folignate Il Gigante; a chiudere le danze DJ Delta, uno dei più famosi deejay dello stivale per il genere hip hop, trap e dancehall.

Domenica 28 luglio la serata finale sarà affidata al Grupo Compay Segundo de Buena Vista Social Club: nati nel 1996 per riportare in auge la musica popolare pre-rivoluzione di Cuba, prendevano il nome dallo storico locale per concerti dal vivo all’Avana. Gli eredi del gruppo sono pronti a farvi danzare sulle note esotiche dei bar isolani e farvi assaporare l’atmosfera focosa di Cuba. Assieme a loro, il gradito ritorno dei SuRealistas, la band italo-argentina che ha già fatto ballare Chianciano Terme nella giornata di Pasqua attraverso i loro ritmi latino-americani.

I primi venti anni del festival. La Festa della Musica celebra quest’anno la ventesima edizione: è interamente organizzata dall’associazione culturale Comitato Chiancianese E20 e ha sempre puntato sull’elevata qualità dell’offerta musicale, rigorosamente a ingresso gratuito. Lo scorso anno il festival ha coinvolto oltre 200 volontari, ha fatto esibire circa 100 artisti e ha fatto registrare 13mila presenze complessive in 5 giorni di manifestazione. Numeri che certificano il buon lavoro svolto nel corso degli anni, e che il comitato E20 punta a migliorare con l’edizione 2019.

La Festa della Musica nasce nel 2000 grazie all'istituto musicale Bonaventura Somma di Chianciano Terme, per poi passare sotto la gestione dell'associazione SiFaLamusica, per valorizzare le numerose band emergenti del panorama nazionale. Dal 2007 il Collettivo Fabrica prende in mano le redini dell'evento, allargandone notevolmente gli orizzonti e trasferendo nel 2012 la location nella cornice del Parco Fucoli. L'associazione culturale Comitato Chiancianese E20 cura l'organizzazione dal 2015; attualmente conta all'attivo più di 200 volontari che ogni anni, per tutte le sere della festa, mettono a disposizione le proprie competenze e la propria passione per la buona riuscita della manifestazione. Nata su iniziativa di un gruppo di giovani chiancianesi, lo scopo è sempre stato quello di creare aggregazione a livello sociale per divulgare cultura musicale accessibile a tutti e fruibile gratuitamente; nel corso degli anni l'associazione ha favorito la socializzazione e l'integrazione delle varie realtà giovanili, promuovendo la libera espressione creativa e la diffusione degli importanti valori di solidarietà, volontariato e cooperazione.

Tra i valori dell'associazione, sempre presenti all'interno della Festa della Musica, c'è l'attenzione per i prodotti locali a km0, per favorire la sostenibilità ambientale. La forte vocazione ecologista è stata realizzata in collaborazione con il circolo di Legambiente, curando la raccolta differenziata e distribuendo gratuitamente acqua potabile attraverso un potabilizzatore, contribuendo al risparmio di bottigliette di plastica e migliorando notevolmente l'impatto ambientale della manifestazione.

“Sono fiero e orgoglioso di essere il Presidente di un’associazione culturale che conta all’attivo più di 200 volontari, associazione che ho visto nascere e crescere in maniera esponenziale in pochi anni, frutto del duro lavoro di tutti.  – dichiara il presidente Giacomo Benicchi – Siamo giunti alla ventesima edizione della festa, un traguardo inimmaginabile solamente dieci anni fa. Organizzare un festival a ingresso gratuito con un cartellone di artisti internazionali in Italia oggi non è per niente facile. Ma la forza di andare avanti è prevalsa su tutto e tutti, integrando tanti nuovi giovani e non all’interno del festival.”

 

Associazione Culturale Comitato Chiancianese E20

Chianciano Terme (SI)

https://www.festadellamusicact.it/

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

MONTEPULCIANO INFO

 

Doppio cast per l'80esimo Bruscello Poliziano

Per festeggiare il compleanno della compagnia, la “Pia de' Tolomei” sarà rappresentata sul sagrato del Duomo con un doppio cast di protagonisti

 

 

 

MontepulcianoFervono i preparativi per l'80esima edizione del Bruscello Poliziano, che vedrà rappresentare in Piazza Grande la nuova versione della “Pia de' Tolomei”; l'appuntamento è fissato per le sere dall'11 al 15 agosto sul sagrato del Duomo di Montepulciano per uno spettacolo che vedrà impegnati circa 200 bruscellanti provenienti dal territorio circostante, per portare avanti una lunga tradizione che affonda le sue radici nel teatro popolare che veniva rappresentato nelle campagne.

Una delle principali novità di questa edizione del Bruscello, che raggiunge il ragguardevole traguardo degli 80 anni consecutivi, è rappresentato dall'introduzione del doppio cast, che permetterà di incrementare la partecipazione nei ruoli dei protagonisti dello spettacolo e fornirà agli spettatori l'opportunità di fruire di un interessante diversivo durante le repliche. Nei giorni dispari, infatti, sarà presente un cast per rappresentare i protagonisti delle vicende della Pia de' Tolomei, mentre nei giorni pari ci sarà un'alternanza nei ruoli principali.

“Abbiamo introdotto questa novità per coinvolgere bruscellanti giovani nei ruoli primari. – spiega il direttore artistico Franco Romani – Sarà inoltre un modo per favorire la buona riuscita delle parti cantate, in quanto il Bruscello si svolge all'aperto e la possibilità di colpi di vento può danneggiare le voci liriche dei solisti. Il doppio cast ci permetterà di includere fino a 36 bruscellanti nelle parti primarie, che vanno ad aggiungersi ai circa 50 bruscellanti del coro, ai 25 bambini e al gruppo dell'orchestra, per un impegno complessivo che vedrà partecipare oltre 200 persone alla messa in scena del Bruscello.”

Il doppio cast vedrà alternarsi Chiara Protasi e Chiara Scannapieco nel ruolo della protagonista Pia de' Tolomei, Elisabetta Canapini e Sabrina Dottori nel ruolo della madre e Franco Capitini e Alessandro Collini nel ruolo del padre. Marco Banini e Matteo Benvenuti si alterneranno invece nei ruoli di Nello e di Guido Guido, mentre le ancelle della protagonista saranno interpretate da Irene Tofanini, Daniela Mosca, Giulia Gambacciani, Benedetta Checcarelli, Teresa Zazzaretta e Orsolina Faraldo. Altri personaggi, come quello di Ghino interpretato da Stefano Bernardini, rimarranno gli stessi tutte le sere; in altri casi, come quello del Cantore, assisteremmo a un'alternanza di ruoli tra Stefano Giannotti, Mirco Rubegni, Gabriele Paolucci e Cosetta Batignani (che interpretò il ruolo di Pia nei bruscelli del passato e che sarà un gradito ritorno sul sagrato del Duomo nei giorni 14 e 15 agosto).

 

 

                                                 

Compagnia popolare del Bruscello

Via delle Lettere 4, 53045 Montepulciano

Tel. 0578 758529

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.bruscello.it

 

Ufficio Stampa: Valdichiana Media

 

   

TREQUANDA INFO

 

Appicicchia: a Castelmuzio la sfida per i pici più buoni

La gara a squadre si svolgerà su tre prove domenica 14 luglio alle 17 nel borgo

Castelmuzio (Trequanda) – L'arte dell'appiciare è al centro della sfida in programma domenica 14 a Castelmuzio. Giunto alla quarta edizione, Appicicchia anche quest'anno promette di essere un'occasione di divertimento per tutti gli appassionati di cucina, ma anche un modo per valorizzare i pici, meglio noti a Castelmuzio con il nome di "lunghetti", che da maggio 2018 sono un bene incluso nell'inventario nazionale del patrimonio agroalimentare italiano del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Per partecipare alla gara non è richiesto alcun requisito particolare e ci si può iscrivere in coppia. Tavoli e spianatoie saranno allestiti per le strade del borgo, dove, alle 16.45, sono attese per la registrazione le squadre impegnate, dalle 17, nelle tre diverse prove di cui si compone la sfida.

La prima di queste riguarda la realizzazione dell'impasto, per il quale l'organizzazione provvederà a fornire tutti gli ingredienti necessari. I concorrenti avranno a disposizione 10 minuti di tempo per stendere i pici, che dovranno avere un diametro massimo di 5 millimetri. Quindi, dopo che la giuria avrà valutato per peso e spessore la pasta, si passerà alla cottura. L'ultima prova consiste appunto nell'assaggio dei lunghetti da parte di una giuria di qualità, composta da cittadini di Castelmuzio, ai quali si aggiunge lo chef Walter Redaelli, che valuteranno le coppie di concorrenti esprimendo un voto da 1 a 5 punti per ogni fase della preparazione. Ciascuna squadra avrà inoltre un jolly da utilizzare a scelta, in una delle tre prove, per raddoppiarne il relativo punteggio.

Infine vincerà la squadra che avrà totalizzato il maggior numero di punti.

Dopo la premiazione dei vincitori, una cena per tutti all'aperto in piazza della Pieve sarà il momento per gustare i lunghetti, conditi con salsa all'aglione della Valdichiana o ragù a base di carne chianina.

Nel cartellone di eventi a stampo culturale organizzati questa estate dall'Associazione Castelmuzio Borgo Salotto, Appicicchia rappresenta un appuntamento con la tradizione gastronomica locale, un sapere da conservare, tutelare e tramandare. Proprio per questo motivo, domenica pomeriggio, dalle 18 alle 19.30, sarà aperto un laboratorio per apprendere l'arte di fare i lunghetti. Il corso si terrà sia in italiano che in inglese, per dare anche ai turisti la possibilità di conoscere da vicino questa tipicità del territorio.


Per partecipare alla gara, è necessario iscriversi entro venerdì 13 (335.5478839 – 360.341597).

Associazione Castelmuzio Borgo Salotto

Tel. 3385441675

 

   

VIVI FORTEZZA INFO

 

Tre giorni di grande musica a Vivi Fortezza

Dal 18 al 20 luglio, sul palco principale della Fortezza Medicea si alterneranno il jazz di Glenn Ferris, la canzone d’autore di Edda e il gospel elettronico dei Vocal Blue Trains

Sarà la varietà di stili e di generi a caratterizzare la serie di concerti della rassegna Live positive di Vivi Fortezza per luglio. Il main stage della Fortezza Medicea ospiterà infatti il jazz del Glen Ferris Italian Quintet giovedì 18, la canzone d’autore di Edda venerdì 19 e il gospel elettronico dei Vocal Blue Trains sabato 20.

A inaugurare la rassegna sarà il Glenn Ferris Italian Quintet, guidato dal grande trombonista jazz Glenn Ferris. L’evento è organizzato in collaborazione con il Siena Jazz.

Il giorno dopo sarà Edda, il tormentato cantautore già nei Ritmo Tribale, a salire sul palco del piazzale di Fortezza. Il suo concerto sarà preceduto dall’esibizione di un talento della musica alternativa senese, Andrea Tabacco.

Per la chiusura di sabato 20 saranno le armonie dei Vocal Blue Trains a riempire lo spazio di Vivi Fortezza. Il gruppo è un coro polifonico sposa l'impronta corale del gospel al repertorio rock su basi di chiaro stampo elettronico.

Tutti i concerti inizieranno alle 22 e saranno a ingresso gratuito. Durante i tre giorni ci saranno banchini con prodotti enogastronomici locali.

GLENN FERRIS ITALIAN QUINTET

Il gruppo ha suonato per la prima volta insieme nel 2015 in occasione del Volterra Jazz Festival.

Il band leader è il trombonista americano Glenn Ferris. Oltre ad aver lavorato con jazzisti del calibro di Don Ellis e Steve Lacy, si è cimentato anche nel rock e nel pop con Frank Zappa, Tim Buckley, Stevie Wonder, James Taylor, Duran Duran e altri.
Il Glenn Ferris Italian Quintet vede in organico anche talentuosi musicisti italiani: Mirco Mariottini (clarinetti), Giulio Stracciati (chitarra), Franco Fabbrini (bassi), Paolo Corsi (batteria e percussioni).

Nel 2018 è uscito il primo album del gruppo, “Animal love”, che contiene sette composizioni originali e una rivisitazione dello standard jazz St. James Infirmary.

EDDA

Edda, all’anagrafe Stefano Rampoldi, nasce artisticamente alla fine degli anni ’80 come cantante dei Ritmo Tribale, storica band seminale nel mondo del rock italiano, con cui ha realizzato cinque dischi e centinaia di concerti. Poi sparisce.

Ritorna sulle scene nel 2009 con l’album “Semper Biot”, prodotto da Taketo Gohara. Un debutto scarno e lancinante, un diario intimo che sa di doloroso miracolo. “Semper Biot” viene candidato al Premio Tenco come “miglior esordio dell’anno”.

Il 2012 è l’anno di  “Odio i vivi”, un album più denso e ricco dal punto di vista degli arrangiamenti, costituito dalla sperimentazione orchestrale. Viene candidato nuovamente al Premio Tenco, questa volta nella sezione “Miglior disco dell’anno”.

2014: esce “Stavolta come mi ammazzerai?”, l’album rock della sua carriera solista. Prodotto da Fabio Capalbo, è il lavoro che consacra Edda come uno dei più significativi cantautori italiani.

Dopo “Graziosa Utopia” del 2017, lo scorso febbraio è uscito “Fru Fru”, il quinto album solista di Edda. L’opera registra toni più spensierati e leggeri rispetto al passato.

VOCAL BLUE TRAINS

I Vocal Blue Trains sono un gruppo vocale di trentasette membri, fondato e diretto da Alessandro Gerini. Una realtà poliedrica che sposa l'impronta corale del gospel e della polifonia tradizionale con le moderne sonorità della musica elettronica e dell’ambient house.

In tre anni hanno attirato attenzione a livello nazionale e internazionale, grazie a importanti collaborazioni con artisti come Paul Phoenix (King’s Singers), Gigi Proietti, Neri Marcorè, Sergio Sylvestre, Modà ed Equipe84.

Il progetto conta oltre 60 concerti in Italia, Europa e Asia, e vanta prestigiose partecipazioni ad alcuni tra i più importanti festival internazionale.

Vivi Fortezza 2019, che si svolge dal 4 giugno al 30 settembre, è un modo per valorizzare l’area nel suo complesso. Oltre allo spazio principale del piazzale interno, tanti appuntamenti prenderanno vita sotto il loggiato, sui viali e sul bastione San Domenico. L’obiettivo, indicato dall’assessorato al turismo del Comune di Siena, è quello di far diventare la Fortezza Medicea un polo di svago e di relax per i fruitori di tutte le età. Il programma è realizzato dall’associazione Propositivo (Pro +) in collaborazione con tante realtà del panorama culturale, musicale e sportivo sia nazionale che del territorio.

Le rassegne principali della manifestazione sono sei: musica, arte&cultura, sport&wellness, food&fiere, bambini e cinema.

Durante Vivi Fortezza 2019 saranno presenti punti di somministrazione bevande e di ristoro nel piazzale e sul bastione San Domenico, dove sarà possibile, in orari serali, bere un aperitivo in compagnia.

I PARTNER DI VIVI FORTEZZA 2019

Nuovo Cinema Pendola, Siena Jazz, Accademia Musicale Chigiana, Università degli Studi di Siena, Siena International Photo Award, la rivista Internazionale, Decathlon, Radio Siena TV, Pianigiani Rottami, Extempora, Mondadori Siena, Accademia del Fumetto.

INFO

Pagina Facebook: Vivi Fortezza 2019

Twitter: Vivi Fortezza (@ViviFortezza)

Instagram: Vivi Fortezza

Sito web: www.vivifortezza.it

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ufficio stampa Vivi Fortezza 2019

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

   

MONTEROTONDO MARITTIMO INFO

 

A Monterotondo Marittimo 5000 euro di premio

 

Festa della narrazione breve e del sonetto

 

Entro il 30 luglio devono pervenire le raccolte edite e i

 

sonetti inediti

 

“Il Premio Nazionale Renato Fucini – commenta Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo- giunge alla sua nona edizione dimostrando vitalità e confermando il forte senso culturale e sociale che ha ricordare in questo modo uno dei figli più famosi della nostra comunità.”

Fucini nacque l’8 aprile 1843 a Monterotondo Marittimo, in provincia di Grosseto, da David e Giovanna Nardi. Il suo fu un soggiorno brevissimo, nello stesso anno di nascita il padre si trasferì a Campiglia Marittima dove Renato Fucini trascorse l’infanzia.

“Ci piace pensare – continua il sindaco – che, se pur breve, la sua nascita influenzò molto il futuro di questo poeta e narratore che a Monterotondo sentiamo nostro.  La Toscana narrata da Fucini somiglia molto alla nostra terra così come i personaggi che popolano le novelle e i sonetti. Forse fu per questo che era consuetudine per molti dei nostri avi mandare a memoria i testi di “Neri Tanfucio”, anagramma del suo nome con cui era conosciuto, e raccontare le sue storie nel “canto” del fuoco.”

Storia, tradizione, cultura e modernità hanno caratterizzato il Premio Renato Fucini nel corso degli anni promosso dalla Pro Loco e organizzato fin dall’inizio in collaborazione con l’Università di Siena Dipartimento di Filologia e Critica. Il premio di 5000 euro ha attratto nel tempo la partecipazione di centinaia d’interessanti autori del panorama italiano. Hanno vinto le precedenti edizioni: Valeria Parrella, Marco Lodoli, Paolo Cognetti, Francesco Gaggi, Elisa Ruotolo, Eugenio Baroncelli e Francesca Scotti, Raffaele La Capria, Monica Pareschi, Lisa Ginzburg.

Il Premio ha cadenza biennale, la prossima e X° edizione è prevista per il 2021 anno in cui si celebra il centenario della morte di Fucini. 

La partecipazione è aperta e gratuita per scrittori che hanno pubblicato raccolte di racconti nel periodo compreso tra il 20 giugno 2017 e il 20 luglio 2019, e per i poeti con un sonetto originale inedito. Tutto il regolamento è pubblicato nel sito internet all’indirizzo www.premiorenatofucini.it

 

   

MONTEPULCIANO

LUCI SUL LAVORO: A MONTEPULCIANO LA DECIMA EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DEDICATA AL MONDO DEL LAVORO. DA GIOVEDI’ 11 A SABATO 13 LUGLIO 2019

Montepulciano (SI) – Da giovedì 11 a sabato 13 luglio torna per il decimo anno consecutivo a Montepulciano “Luci sul Lavoro”, manifestazione interamente dedicata al mondo del lavoro, organizzata da Eidos (Istituto Europeo di Documentazione e Studi Sociali) e dal Comune di Montepulciano.

Il titolo della nuova edizione, “Tra sostenibilità e innovazione: quale futuro per il Lavoro?” racchiude le linee-guida attorno a cui si concentreranno tutte le attività della tre giorni, che è ormai divenuta un appuntamento fisso per addetti ai lavori e non, per rimettere il Lavoro al centro della scena, per incontrarsi e confrontarsi liberamente sui temi di maggiore attualità. Luci sul Lavoro si rivolge a operatori del mercato del lavoro, parti sociali, imprenditori, lavoratori e cittadini e intende mettere al centro di un confronto pubblico i temi più caldi in materia di lavoro e occupazione, inquadrandoli da diverse angolazioni e attraverso diverse forme espressive: Sviluppo Sostenibile, Immigrazione e Integrazione, Politiche e servizi per il Lavoro, Ambiente, Pilastro Sociale Europeo, Welfare, Agenda 2030, Just Transition, Innovazione.

Tra i relatori che si alterneranno all’interno del ricco programma di dibattiti, tavole rotonde e incontri, Laura Castelli, Viceministro dell’Economia e delle Finanze, Claudio Durigon, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Claudio Cominardi, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Mimmo Parisi, Presidente Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, Marco Bentivogli, Segretario Generale FIM-CISL Enrico Giovannini, Portavoce ASVIS, Luca Visentini, Segretario Generale Confederazione Europea dei Sindacati, Elsa Fornero, Università degli Studi di Torino, già Ministro del Lavoro, Cristina Grieco, Coordinamento Regioni, Assessore Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Toscana, i direttori Generali di Anpal, Ministero del Lavoro e Regioni.

Luci sul Lavoro ospiterà, inoltre, la terza edizione della Scuola Europea di relazioni Industriali, un corso speciale a partecipazione gratuita che intende fornire i principali elementi di comprensione della contrattazione collettiva sovranazionale nell’ordinamento europeo, la seconda edizione della Labour Academy, sulla rappresentanza sindacale e il governo delle relazioni industriali con il coordinamento scientifico di Gruppo Freccia Rossa e Università Mercatorum, e nella giornata di venerdì la presentazione in anteprima del Nono Rapporto Annuale: Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia, a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come di consueto, durante la cerimonia di apertura, a cui sarà presente anche il Sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini, sarà consegnato il Premio Massimo D’antona, promosso dall’Istituto Eidos e giunto alla quindicesima edizione. Il riconoscimento, il cui bando è stato diffuso nei mesi precedenti in tutte le Università italiane e in quelle di altri Paesi Europei, intende premiare la migliore tesi in Diritto del Lavoro con la consegna di un premio in denaro.

Tutte le notizie e gli aggiornamenti su www.lucisullavoro.org, su Twitter, Luci sul Lavoro, con l’hashtag #LSL19 e sulla pagina Facebook dedicata, Luci sul lavoro.

9 luglio 2019

   

Pagina 1 di 34

CONDIVIDI / SOCIAL NETWORK

Video in evidenza

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.